rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Attualità San Biagio di Callalta / Piazza Walter Tobagi

Emergenza medici di base a San Biagio: raccolta firme all’Ulss 2

Il sindaco Alberto Cappelletto chiede all’azienda sanitaria soluzioni adeguate per gli ex assistiti del dottor Schiavon. «Molte famiglie non possono nemmeno far conto di avere un unico medico di riferimento»

Il sindaco di San Biagio di Callalta, Alberto Cappelletto, non resta a guardare e, con la sua amministrazione, dà voce al malumore che serpeggia tra le centinaia di pazienti assegnati dall’Ulss 2 a sei medici diversi, sulla base di una suddivisione che segue l’ordine alfabetico. 

«Il giorno stesso in cui abbiamo appreso delle modalità con cui l’Ulss 2 intendeva gestire l’assistenza ai pazienti rimasti privi del loro medico dopo la scomparsa del dottor Schiavon, ci siamo attivati per mettere a disposizione dei 6 medici di Treviso, indicati per la sostituzione, alcuni locali presso il distretto di piazza Tobagi, almeno per evitare il tragitto fino al capoluogo. Eravamo infatti consapevoli che la soluzione proposta, anche se temporanea e dovuta alla carenza di medici, avrebbe creato disagi alle famiglie di Fagarè ed Olmi, manifestando alla direzione sanitaria fin da subito le nostre perplessità. Visto che questa disponibilità non è servita, chiederemo ai vertici dell'azienda sanitaria, con il supporto delle firme raccolte tra i cittadini, di trovare una soluzione più adeguata.

Come era prevedibile - prosegue Cappelletto - ci sono famiglie con componenti che hanno cognomi diversi che si trovano di punto in bianco a doversi rapportare con medici differenti. Dalle segnalazioni ricevute, non sono casi rari. Ciò significa che oltre a doversi spostare su Treviso, con inevitabili disagi per le persone che magari non guidano l’auto, le stesse famiglie non possono nemmeno far conto di avere un unico medico di riferimento, dovendo così raggiungere ambulatori diversi e con orari di visite disparati. Spero che la direzione dell’Ulss di Treviso accolga la disponibilità dei locali comunali presenti in piazza Tobagi e organizzi la presenza del medico sul territorio con una soluzione definitiva». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza medici di base a San Biagio: raccolta firme all’Ulss 2

TrevisoToday è in caricamento