rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Attualità Sant'Antonino / Piazzale dell'Ospedale

Medici di base: «Novantasei zone carenti in provincia di Treviso»

Lettera di lamentele al direttore generale dell'Ulss 2 che replica: «Durante la pandemia 37 nuove assegnazioni, entro fine anno puntiamo a coprire 48 zone scoperte su 96»

Emergenza medici di base in provincia di Treviso: sono 96 le aree "carenti" in tutta la Marca secondo i dati diffusi mercoledì 15 giugno dall'Ulss 2. Il direttore generale Francesco Benazzi ha ricevuto diverse lettere di lamentele in questi giorni a cui ha voluto rispondere pubblicamente sottolineando come l'Ulss 2 stia investendo importanti risorse per far fronte al problema.

«La carenza di medici è innegabile - spiega Benazzi - ma durante la pandemia siamo stati la provincia veneta con il maggior numero di nuove assegnazioni (37) ed entro fine anno puntiamo a coprire con nuovi medici di base 48 delle 96 aree attualmente carenti in provincia. Altri medici al momento sono davvero difficili da trovare perché i nuovi laureati completeranno la scuola di formazione a fine 2023». Nei prossimi mesi, inoltre, l'Ulss 2 avvierà altri due importanti progetti: il primo riguarda i codici bianchi nei pronto soccorso. I medici di base potranno visitarli negli ambulatori vicini smaltendo così le urgenze e le lunghe code registrate nelle ultime settimane soprattutto per malori legati al caldo. Il secondo progetto riguarda invece il servizio di segreteria a disposizione dei medici di base per alleggerirli nei carichi di lavoro. Un investimento da oltre un milione di euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Medici di base: «Novantasei zone carenti in provincia di Treviso»

TrevisoToday è in caricamento