rotate-mobile
Attualità Sant'Antonino / Piazzale dell'Ospedale

Ulss 2, mancano dodici medici in Pediatria: «Nuove assunzioni entro il 2024»

Il direttore generale dell'Ulss 2, Francesco Benazzi, e il direttore della Pediatria di Treviso, Stefano Martelossi, fanno il punto sul reparto: «Aspiranti pediatri pronti a prendere servizio dall'anno prossimo. Al momento nessuna emergenza»

Sono saliti a dodici i pediatri mancanti negli ospedali dell'Ulss 2 Marca trevigiana. A dirlo, martedì 6 giugno, è stato il direttore generale Francesco Benazzi. Lo scorso marzo il numero di pediatri mancanti era fermo a otto con l'azienda sanitaria che aveva preso in considerazione la possibilità di richiamare i medici in pensione per coprire i posti vacanti in caso di emergenza. Ad oggi non è servito: nonostante l'aumento delle assenze tra il personale delle Pediatrie, il reparto dell'ospedale Ca' Foncello non sta registrando emergenze, riuscendo a garantire a tutti i pazienti i servizi medico-sanitari richiesti.

Nel frattempo si continua a lavorare per il trasferimento della Pediatria alla nuova Cittadella della Salute: «Il trasloco non avverrà in tempi brevi - preannuncia Benazzi -. Il reparto troverà posto nel secondo edificio della Cittadella, sopra l'ingresso del pronto soccorso, con un nuovo giardino pensile dove verrà realizzata l'Oasi pediatrica. Bisogna però fare ancora tutti i lavori di sistemazione quindi il reparto non sarà pronto prima del 2024. Tra ottobre e novembre 2023 sarà invece disponibile la nuova stanza che ospiterà il Biscottificio della Pediatria, attualmente chiuso. Sarà uno spazio esterno, non all'interno del reparto» conclude.

Nuove assunzioni

«I dodici posti vacanti saranno coperti entro la fine del 2024 - assicura il dg Benazzi -. Abbiamo più del doppio di studenti specializzandi che nei prossimi mesi termineranno il loro percorso di studi e potranno quindi prendere servizio in reparto entro poco più di un anno a partire da oggi». Il primario Martelossi conclude: «Nell'attesa dei nuovi pediatri, il nostro reparto sta continuando a lavorare senza particolari emergenze. Dopo i picchi degli accessi pediatrici in pronto soccorso registrati nei mesi scorsi, oggi la situazione è decisamente migliorata. Continuiamo a registrare accessi in pronto soccorso anche per il fatto che le scuole non sono ancora chiuse - conclude il primario - ma per ora non registriamo nessuna emergenza e grazie all'ottimo lavoro di medici, infermieri e oss in servizio continuiamo a lavorare garantendo le cure necessarie a tutti i nostri pazienti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ulss 2, mancano dodici medici in Pediatria: «Nuove assunzioni entro il 2024»

TrevisoToday è in caricamento