rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Attualità Fregona / Via Dante Alighieri, 8

Covid, medico positivo non vaccinato in casa di riposo: scatta la denuncia

Ivan Da Ros, medico di famiglia in servizio nella Rsa "Casa Amica" di Fregona, ha continuato a visitare gli anziani nonostante fosse positivo al virus e non vaccinato

Denuncia in Procura e sospensione in arrivo per il medico di famiglia non vaccinato che ha continuato a visitare gli anziani della Rsa "Casa Amica" di Fregona, nonostante fosse risultato positivo al Covid. All'inizio di questa settimana nella struttura c'è stato un nuovo focolaio con sette contagiati, tra cui quattro ospiti. Inevitabili i provvedimenti presi dall'Ulss 2.

Come riportato da "Il Gazzettino di Treviso", a finire nella bufera, oltre al medico di famiglia, sono stati anche due operatori segnalati all'Ordine degli Infermieri. Molto più pesanti i provvedimenti contro il medico non vaccinato, segnalato da un collega e denunciato per procurato pericolo pandemico. Con il nuovo Decreto Draghi, in vigore dal 7 aprile, per il dottore dovrebbe arrivare la sospensione dello stipendio e l'allontanamento dal luogo di lavoro. Prima di presentare denuncia in Procura, l'azienda sanitaria trevigiana aveva segnalato il dipendente all'Ordine dei Medici, pronto ad avviare un'inchiesta interna con inevitabile provvedimento disciplinare nei confronti del medico che ha continuato a lavorare nonostante fosse consapevole di essere positivo al virus e senza essersi sottoposto alla vaccinazione anti-Covid. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, medico positivo non vaccinato in casa di riposo: scatta la denuncia

TrevisoToday è in caricamento