rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Attualità

Mercato ortofrutticolo: agricoltori trevigiani in stato di mobilitazione

In queste ore Coldiretti e le principali cooperative agricole della Marca hanno recapitato una lettera a Ca’ Sugana con le loro richieste per il futuro del mercato ortofrutticolo

TREVISO Stato di mobilitazione per gli agricoltori trevigiani che, nelle scorse ore, hanno a cuore il destino del Mercato ortofrutticolo di Treviso sul quale pende un silenzio che potrebbe essere riempito da mille o nessun significato.

La notizia è ufficiale: “Certamente siamo in stato di mobilitazione e non mancheremo in tal senso di dar vita a delle iniziative di protesta  - conferma Walter Feltrin, presidente di Coldiretti Treviso – In queste ore abbiamo scritto per l’ultima volta al Comune di Treviso unendo tutte le componenti agricole del mercato: Apovf, Opo Veneto e Capo che hanno siglato la missiva. La verità è che l’agricoltura vuole essere estromessa dal destino del mercato e questo di fatto va a togliere la pubblica utilità dello stesso. E il Comune non può regalare centinaia di migliaia di euro a chi magari andrà a gestire il mercato con logiche lontane dalla valorizzazione delle produzioni della Marca e della stessa struttura a vantaggio di altre".

Nella lettera recapitata a Ca' Sugana, gli agricoltori chiedono in particolare la costituzione di un tavolo di filiera per la predisposizione di un regolamento di funzionamento del mercato all'ingrosso, con individuazione di un organismo di vigilanza che ne monitori il rispetto; la garanzia di concessione di adeguati spazi espositivi nel mercato con caratteristiche analoghe agli attuali, sia per dimensioni che posizionamento e la proroga della concessione della gestione a favore della Treviso Mercati Spa di almeno un anno. Richieste che l'amministrazione comunale dovrà prendere seriamente in considerazione nel corso delle prossime ore.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercato ortofrutticolo: agricoltori trevigiani in stato di mobilitazione

TrevisoToday è in caricamento