Riparte il mercato settimanale a Sernaglia della Battaglia

Giovedì 23 aprile dalle 7.30 alle 13 torneranno nella piazza adiacente il municipio le sole bancarelle per la vendita di prodotti alimentari. Aiuti per le famiglie in difficoltà

Una veduta di Sernaglia della Battaglia dall'alto

Riparte il mercato settimanale a Sernaglia. Giovedì 23 aprile dalle 7.30 alle 13 torneranno nella piazza adiacente il municipio le sole bancarelle per la vendita di prodotti alimentari, per garantire al meglio il rispetto delle misure di sicurezza previste dalle norme in vigore.

Con questo stesso obiettivo saranno ricavati due varchi: uno per accedere alle bancarelle e uno per uscire dalla piazza. Polizia locale e volontari della Protezione civile regolamenteranno gli accessi e faranno rispettare le dovute misure di sicurezza, dal distanziamento sociale all'obbligo di coprire naso e bocca e indossare i guanti o portare con sé gel igienizzante per le mani. “Nel rispetto delle prescrizioni contenute nel decreto del presidente del Consiglio dei ministri e nell'ordinanza della Regione Veneto, abbiamo dato l'ok alla riapertura del mercato settimanale, anche se per ora limitato ai soli prodotti alimentari (l'abbigliamento tornerà più avanti), perché crediamo che sia una misura importante per sostenere l'economia e il commercio locali. Sarà tassativo evitare assembramenti e utilizzare le dovute protezioni” ricorda il sindaco Mirco Villanova. Il Comune ha approvato anche un intervento di supporto alle famiglie residenti in paese finalizzato all'erogazione di un contributo economico straordinario per il pagamento delle rette della scuola dell'infanzia. Dal 21 aprile, le famiglie residenti a Sernaglia della Battaglia con figli regolarmente iscritti a una scuola dell'infanzia aderente alla Fism possono richiedere un contributo economico “Una tantum” a parziale copertura delle spese sostenute per il pagamento delle rette di frequenza delle scuole dell'infanzia per le mensilità di marzo-aprile 2020, in quanto tale spesa è stata sostenuta a fronte di un servizio non usufruito a causa dell'interruzione dell'attività didattica dovuta all'emergenza sanitaria. Tra i requisiti richiesti per accedere all'agevolazione ci sono il pagamento delle rette di frequenza riferite alle mensilità di marzo/aprile 2020 per un importo pari o superiore al 50% della quota richiesta dalla scuola per le suddette mensilità e l'assenza di ulteriori contributi concessi per il pagamento delle rette riferite alle mensilità di marzo/aprile 2020 da parte di altri enti o associazioni. Il contributo verrà assegnato nei limiti dello stanziamento di bilancio previsto (9.000 euro), con priorità alle famiglie i cui figli frequentano le scuole dell’infanzia presenti nel territorio comunale (scuole dell’infanzia di Sernaglia e Falzè di Piave). L’entità del contributo verrà determinata in maniera proporzionale in base all'importo delle rette regolarmente sostenute per i mesi di marzo-aprile 2020 alla data della presentazione della domanda. Quest'ultima dovrà essere presentata entro e non oltre l'8 maggio 2020 utilizzando il modulo scaricabile dal sito www.comune.sernaglia.tv.it. Informazioni all'ufficio servizi sociali (tel. 0438-965303 oppure-311).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Oltre alla variazione urgente di bilancio con la quale sono stati reperiti i 9mila euro per le famiglie con figli iscritti alle scuole Fism, l'amministrazione ha garantito alle due presenti sul territorio comunale l'erogazione dei contributi loro spettanti per l'anno scolastico in corso, e in particolare per la scuola di Sernaglia della Battaglia 2.175 euro a saldo del contributo annuo 2019/2020 (contributo comunale come da convenzione) e 8.599,24 per piano nazionale promozione sistema integrato di educazione e istruzione (fondo statale). Per la scuola di Falzè 942,50 euro per saldo del contributo annuo 2019/2020, 8.626,56 per piano nazionale promozione sistema integrato di educazione e istruzione e 2mila per doposcuola. Tali risorse saranno anticipate e liquidate già in questo mese di aprile. «Crediamo che queste iniziative vadano nella direzione di dare un segnale di vicinanza e sostegno alla comunità - afferma il sindaco Mirco Villanova - e in particolare alle famiglie con bimbi piccoli, ma anche alle scuole dell'infanzia che da sempre svolgono un ruolo fondamentale per l'educazione delle nuove generazioni. Nella stessa direzione di sostegno alle famiglie si sono mosse le scuole dell'infanzia stesse, riducendo della metà le rette per questo periodo particolare». L'amministrazione ricorda infine a chi volesse aiutare la comunità locale in questo difficile periodo che sono a disposizione due conti correnti intestati al Comune, i cui estremi e le cui finalità sono a disposizione sul sito web e sulla pagina Facebook del Comune di Sernaglia della Battaglia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Zaia: «Treviso sta entrando nella terza fascia di emergenza»

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • La fortuna bacia un trevigiano: vinti 300 mila euro al "Miliardario"

  • Nuovo Dpcm, Conte ha firmato: ecco che cosa cambia da lunedì

  • Questo è il periodo della zucca: 4 ricette tipiche buonissime

  • Zaia, nuova ordinanza per le scuole superiori: «Didattica digitale al 75%»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento