menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Montebelluna: bilancio positivo per il mese dell'anziano

Coinvolti quasi 2500 bambini e 180 auditori in due importantissime iniziative terminate nei giorni scorsi. Un progetto che avvicinato i giovani a nonni e anziani del comune

MONTEBELLUNA Si sono conclusi nei giorni scorsi il progetto “Nonni e bambini s’incontrano” e l’iniziativa mese dell’anziano dal titolo “Più informati, sicuri e in salute” organizzati dai servizi sociali in collaborazione con la Consulta della Terza Età presieduta dall’assessore al sociale Dino Bottin e composta da 17 associazioni del Comune di Montebelluna.

Di seguito alcuni dati sui due progetti: dal 2004 i Servizi Sociali del Comune di Montebelluna in collaborazione con la Consulta della Terza Età, gli istituti Comprensivi 1 e 2, le scuole paritarie Coop. Bertolini e Maria Ausiliatrice e le scuole dell’infanzia e primarie pubbliche e paritarie del Comune di Montebelluna, hanno attivato il Progetto “Nonni e bambini s’incontrano”. Il progetto è nato per creare dei particolari momenti d’incontro e di conoscenza tra bambini ed anziani, considerato che gli anziani hanno molte cose da raccontare e arti da insegnare, mentre i bambini oltre al piacere di ascoltare e di parlare hanno sempre voglia di imparare e di sperimentare. Inoltre desideriamo avvicinare gli anziani alla scuola, perché possano vivere il ruolo di “maestri d’arte” mettendo in gioco le loro competenze. Finalità principale del progetto è stata quella di ravvivare tra bambini e anziani il desiderio di stare insieme e di stupirsi, creando un percorso di conoscenza e sperimentazione attraverso incontri/laboratori su arti, mestieri, racconti e storie di vita che valorizzino i nonni “maestri d’arte” ed i bambini. Nell’anno scolastico 2017-2018 sono stati attivati: 34 laboratori (es. il caregheta, il telaio, le filastrocche, il burro, il pollaio, lo scarper…), coinvolti 97 nonni maestri d’arte, 2.488 bambini (1.619 delle scuole primarie e 869 delle scuole dell’infanzia), 9 scuole primarie (tutte quelle presenti nel territorio comunale), 12 scuole dell’infanzia (su 12 presenti nel territorio). Va evidenziato, inoltre, come i laboratori siano frutto del prezioso volontariato dei “Nonni maestri d’arte” ai quali si sono aggiunti anche artigiani non ancora pensionati. L’amministrazione comunale s’impegna nell’acquisto dei materiali necessari alla realizzazione dei laboratori, fornendo i mezzi per i trasporti sul territorio locale, ed il personale di riferimento per il coordinamento e la realizzazione del progetto. Il progetto si è concluso con l’iniziativa “Giochi senza età” e la mostra “un’avventura senza tempo” (realizzata con elaborati dei bambini delle scuole) presso il comitato la Contea. La festa di chiusura ha coinvolto in due giornate (16 e 17 maggio) le autorità cittadine, tutti i nonni maestri d’arte, i volontari delle associazioni della consulta e circa 700 alunni.

MESE DELL’ANZIANO

Il mese dell’anziano dal tema “Più informati, sicuri ed in salute” ha attivato una serie di eventi di carattere informativo, culturale e conviviale coinvolgendo numerosi anziani volontari, gli utenti dei Servizi Sociali, gli ospiti della Casa di Riposo Umberto I° e le scuole dell’infanzia e primarie del Comune di Montebelluna. Quest’anno gli organizzatori hanno voluto decentrare gli incontri informativi sul territorio comunale coinvolgendo alcune frazioni (Busta, San Gaetano, Biadene e il centro), per dare possibilità ad un maggior numero di cittadini di partecipare, e favorendo soprattutto coloro che hanno difficoltà a raggiungere il centro in modo autonomo. Le conferenze hanno affrontato principalmente il tema dei raggiri e della sicurezza con i seguenti relatori: il Maggiore Sabatino Piscitello Comandante della compagnia dei Carabinieri di Montebelluna, il Luogotenente Silvio Mele Comandante della Tenenza Guardia di Finanza di Montebelluna e il Capo Reparto Esperto Walter Salvadori Capo Distretto Ovest dei Vigili del Fuoco di Treviso, ma è stato proposto anche un incontro sulla salute coinvolgendo il dott. Erminio Bonsembiante del dipartimento di prevenzione distretto di Asolo – Ulss 2 Marca Trevigiana e la professoressa Nicoletta Menegon dell’Asd Punto Fermo hanno partecipato numerosi anziani e cittadini. Sono stati coinvolti circa 180 uditori, soddisfacendo le aspettative degli organizzatori. La serata dedicata al teatro ha visto in scena la compagnia “stabilimento teatrale di Caerano San Marco” con “Giro Giro Mondo” hanno aderito circa 80 anziani spettatori, che hanno calorosamente applaudito ed apprezzato. Tutte le iniziative sono state rese possibili grazie allo sponsor dell’iniziativa la Coop. Castelmonte. Alle varie attività del mese dell’anziano hanno partecipato circa 1.100 persone tra adulti e bambini dei Giochi senza età. Il valore di questa iniziativa è che coinvolge il territorio attivando collaborazioni tra enti pubblici, privato sociale, forze dell’ordine, volontariato, istituzioni scolastiche, comitati civici, parrocchie, insomma un tessuto Montebellunese ricco ed attivo, aperto all'incontro e al tessere reti proficue, volto di una città capace di dialogo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento