rotate-mobile
Venerdì, 23 Febbraio 2024
Attualità

Torna "Mi piace il cuore - Ascotrade", i social che fanno bene allo sport paralimpico

Il concorso è all’ottava edizione. Quest'anno 10 mila euro per 4 società paralimpiche venete per 14 progetti in gara, tra cui anche due società trevigiane

È partita l’ottava edizione di “Mi piace di cuore - Ascotrade”, il concorso promosso dall’azienda di fornitura di luce e gas di Pieve di Soligo, in collaborazione con CONI e CIP del Veneto per promuovere lo sport paralimpico. Si tratta di una iniziativa rivolta alle società paralimpiche del territorio, chiamate a presentare un progetto da finanziare, come per esempio l’acquisto di attrezzature, l’abbattimento di barriere architettoniche, l’attività di formazione o divulgazione. I 14 progetti partecipanti sono stati caricati sulla pagina Facebook ufficiale Fb/MiPiacediCuore-Ascotrade, dove potranno essere votati fino al 12 dicembre. La classifica dei like, insieme alla valutazione di una giuria tecnica, porteranno alla selezione delle quattro società vincitrici, che si divideranno il montepremi di 10 mila euro messo in palio da Ascotrade. Testimonial della nuova edizione sono la giovanissima Campionessa Paralimpica Italiana di tiro con l’arco, Asia Pellizzari, e Francesco Bettella, Campione del Mondo e Bronzo Paralimpico a Tokyo nel nuoto (membro inoltre della Giuria Tecnica). 

"Siamo un’azienda a servizio del territorio – spiega Filippo Boraso, Direttore Generale di Ascotrade – che dà valore e sostiene le tante associazioni locali che tengono vivo il tessuto sociale. In questi otto anni di Mi Piace di Cuore abbiamo avuto numerose conferme di come lo sport sia uno strumento fondamentale di inclusività. Per questo motivo, continuiamo ad aiutare concretamente le associazioni che si impegnano a coinvolgere proprio chi ne ha più bisogno, contribuendo ad abbattere le barriere architettoniche reali ma anche quelle immateriali. In questo senso la grande platea di Mi Piace di Cuore, con una pagina che ha superato i 230 mila like, è importante per sensibilizzare l’opinione pubblica sul valore dello sport paralimpico.”

Rugby, calcio, nuoto, ciclismo, vela, karate, scherma, danza, tiro a segno atletica, triathlon, arrampicata: sono tante le discipline coinvolte nei progetti, che testimoniano la grande vitalità del tessuto sportivo e sociale del territorio.  Anche i progetti sono molto trasversali: si va dalle attrezzature pratiche come ruote di scorta per le carrozzine, scarpe chiodate o pedane elettriche, alle attività promozionali per coinvolgere nuovi possibili atleti. Fondamentali anche i corsi di formazione per tecnici e volontari, ancora più importanti nelle crescenti iniziative rivolte ad atleti con disabilità intellettiva e relazionale, autismo e sindrome di asperger. Anche per loro lo sport può rappresentare uno strumento importante di miglioramento della qualità della vita.

Come sottolinea il Presidente del CIP Veneto Ruggero Vilnai: “Lo sport paralimpico ha avuto un’ottima visibilità con Tokyo2020 ma nella realtà quotidiana, a causa del COVID, sono ancora numerose le difficoltà che le nostre società si trovano ad affrontare per poter riprendere una regolare attività: sono venuti a mancare i piccoli sponsor, alcuni impianti sportivi hanno chiuso (es. piscine), molti atleti hanno ancora paura di ritornare in palestra e c’è una carenza di volontari. Per questo motivo credo che, ancor di più quest’anno, iniziative come Mi Piace di Cuore siano di grande aiuto e sostegno per le nostre piccole realtà sportive”.

Per votare: bit.ly/ProgettiMPDC8

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna "Mi piace il cuore - Ascotrade", i social che fanno bene allo sport paralimpico

TrevisoToday è in caricamento