rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
Attualità Spresiano

Male incurabile, il sorriso di papà Michele si spegne a 33 anni

Spresiano in lutto per la prematura scomparsa di Michele Schievene mancato domenica all'affetto dei suoi cari. Il sindaco Della Pietra: «Vita ingiusta nei confronti delle belle persone». L'ultimo saluto giovedì 8 giugno nella sua Lovadina

"Caro Michele, non ci sono addii per noi. Ovunque sarai ti porterò sempre nel mio cuore" sono le parole scritte in uno dei tantissimi messaggi arrivati in queste ore da amici e conoscenti di Michele Schievene, giovane padre di famiglia mancato domenica 4 giugno a soli 33 anni.

Michele-Schievene-moglie-figlio

Nato e vissuto sempre a Lovadina di Spresiano, Michele ha perso la sua battaglia contro un tumore che lo aveva colpito al cervello e ai polmoni. La diagnosi era arrivata poco più di un anno fa ma, vista la giovane età, la speranza era che le cure mediche potessero fare effetto portandolo ad un miglioramento. Così non è stato, purtroppo: sabato il 33enne è stato ricoverato d'urgenza e poche ore dopo è mancato all'affetto dei suoi cari. Ricordato da tutti come un ragazzo solare, sempre disponibile e di buon cuore, Michele Schievene aveva lavorato per Fassa Bortolo ma la sua grande passione era il calcio. Per anni ha giocato con la squadra amatori di Lovadina, molto presente in paese e con tantissimi amici nella frazione di Spresiano. A piangerlo oggi la moglie Anna, sposata pochi mesi fa, e l'adorato figlioletto Alessandro. Insieme a loro, straziati dal dolore, anche i genitori, la sorella Jessica e il fratello Mattia, amici e parenti tutti. "Oggi è un giorno triste - ha scritto domenica su Facebook il sindaco di Spresiano, Marco Della Pietra -. La vita troppo spesso è ingiusta nei confronti delle belle persone. A nome di tutta la comunità di Spresiano voglio esprimere la mia vicinanza ai familiari di Michele. Sono notizie che non vorremmo mai ricevere queste". Il funerale di Michele Schievene sarà celebrato giovedì 8 giugno, alle ore 15, nella chiesa parrocchiale di Lovadina. Dopo la cerimonia la salma verrà cremata. Eventuali offerte saranno devolute all'Airc. Commovente il messaggio scelto dai familiari per l'epigrafe: "Non piangere quando tramonta il sole, le lacrime ti impedirebbero di vedere le stelle". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Male incurabile, il sorriso di papà Michele si spegne a 33 anni

TrevisoToday è in caricamento