Migrante dà in escandescenze, al centro accoglienza arrivano i carabinieri

La vicenda risale a mercoledì 24 aprile ed è avvenuta all'ex caserma Zanusso di Oderzo. Il richiedente asilo fuori controllo soffre di gravi disturbi psichici. Evitato il ricovero coatto

Migranti alla caserma Zanusso di Oderzo (Foto d'archivio)

Attimi di grande tensione nel tardo pomeriggio di mercoledì 24 aprile all'ex caserma Zanusso di Oderzo. Un richiedente asilo con gravi problemi psichici, ospitato nel centro accoglienza opitergino, ha perso il controllo e ha iniziato a dare in escandescenze.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come riportato da "Il Gazzettino di Treviso", in un primo momento nessuno sembrava in grado di calmare il migrante. Con gran sangue freddo, il personale della cooperativa che gestisce il centro accoglienza è riuscito a riportare la situazione alla normalità e a tranquillizzare il richiedente asilo. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Oderzo per verificare la dinamica dell'accaduto e sincerarsi che la situazione fosse tornata alla normalità. In un primo momento gli operatori della cooperativa avevano pensato a un ricovero coatto in ospedale per calmare l'uomo ma, dal momento che la situazione è tornata alla normalità pochi minuti dopo, non è stato necessario alcun intervento del personale ospedaliero. All'ex caserma Zanusso, con l'introduzione del decreto sicurezza, la disponibilità di un medico pronto ad aiutare i migranti è scesa da tutti i giorni a 3 volte in una settimana. Troppo poco, secondo gli operatori che gestiscono il centro accoglienza, preoccupati che, senza il personale adeguato, episodi come quello di mercoledì scorso possano degenerare e accadere sempre più spesso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Smart contro un camion: muore 32enne, l'amica alla guida non aveva la patente

  • Azienda trevigiana investe 2mila euro a dipendente per corsi e viaggi all'estero

  • Superenalotto, doppia vincita nel weekend in provincia di Treviso

  • Con lo scooter contro un'auto, muore noto albergatore jesolano

  • Monfumo, Cornuda e Pederobba: raffica di allagamenti, strade come fiumi

  • Schianto sulla Pontebbana, gioielli e arnesi da scasso nella Smart

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento