menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ketty Stevanato (Foto tratta da Facebook)

Ketty Stevanato (Foto tratta da Facebook)

Sfregiata mentre balla in discoteca: modella costretta a saltare le sfilate

La ventenne Ketty Stevanato è rimasta ferita in una discoteca di Santa Maria del Colle. Ora chiede giustizia per chi l'ha costretta a saltare il periodo delle grandi sfilate di moda

Era il 2 febbraio del 2019 quando la ventenne Ketty Stevanato decide di andare a ballare con un gruppo di amici in una discoteca di Santa Maria del Colle. Poco dopo le 4 del mattino, i vetri di una bottiglia "sciabolata" male colpiscono la giovane mentre balla e le lasciano una profonda ferita alla gamba destra. La giovane, accortasi dello sfregio, sviene subito alla vista del sangue. Soccorsa dagli amici e dallo staff del locale viene portata al pronto soccorso dove se la cava con una decina di punti di sutura e un mese di convalescenza.

Per molti l'incidente in discoteca si sarebbe concluso con le dimissioni dall'ospedale ma la ventenne, miss Veneto nel 2017, ha iniziato da quel giorno un vero e proprio calvario professionale dal momento che la ferita alla gamba, ancora visibile, le ha impedito di sfilare durante la Milano Fashion Week, uno degli appuntamenti più prestigiosi per chi lavora nel settore della moda. Un danno d'immagine che ha portato l'ex studentessa del Lepido Rocco di Castelfranco a chiedere giustizia per il danno subito quella sera di inizio febbraio. Come riportato da "Il Gazzettino di Treviso", il papà di Ketty si è messo subito in contatto con i titolari della discoteca dopo l'incidente nella speranza di poter ottenere i filmati delle videocamere e provare a individuare il responsabile della "sciabolata" che aveva ferito sua figlia. Dopo una iniziale disponibilità, il papà ha iniziato a ricevere risposte sempre più evasive sulla copertura assicurativa per la figlia. I mesi sono passati in fretta e nessuno si è fatto avanti per dare un aiuto concreto alla modella trevigiana. Ketty e il papà Simone, assistititi dall'avvocato Michele Peretto, sarebbero pronti a portare in tribunale la Lobby Agency (agenzia che gestisce il locale di Santa Maria del Colle) per affrontare il tema del risarcimento se nei prossimi giorni non arriveranno risposte certe. Una soluzione per Ketty sarebbe quella dell'operazione laser che dovrebbe eliminare la cicatrice della ferita dalla gamba destra. Ma tornare del tutto alla normalità dopo quella serata in discoteca, per il momento, sembra ancora molto difficile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Aziende

Migliori parrucchieri d'Italia: ecco i trevigiani al top

Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Attualità

Conegliano dà l'addio a "Mamma Africa": morta per Covid a 50 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento