Mission Impossible, set bloccato: «Personale di Monastier per i tamponi»

Sospese a Venezia le riprese dell'ultimo film con Tom Cruise. Sarebbe emerso almeno un caso di positività al Covid nella produzione. In Laguna il personale della clinica trevigiana

Tom Cruise sul set del film (Credits: Paramount Network)

Stop improvviso a Venezia per le riprese di "Lybra", settimo episodio della saga di "Mission: Impossible" con Tom Cruise. La troupe, in laguna da pochi giorni, avrebbe interrotto le riprese sul set allestito nei pressi di Ponte dell'Accademia, Campo San Giacomo dell'Orio, Campo Sant'Agostin e canali circostanti.

L'indiscrezione riguarda anche la provincia di Treviso visto che, per eseguire i tamponi, la troupe si sarebbe affidata alla clinica privata di Monastier. Il personale della clinica trevigiana sarebbe stato chiamato a Venezia per effetturare i test al personale coinvolto nelle riprese del film. Quando arriveranno i risultati, gli eventuali positivi e i loro contatti stretti dovranno essere messi in quarantena, almeno nell'attesa del secondo tampone di verifica. Secondo quanto riportato da "Veneziatoday", sono state cancellate, per ora, anche le prove delle comparse a Palazzo Franchetti per la festa che, da copione, doveva essere girata agli inizi di novembre a Palazzo Ducale. Sembra che lo stop sia stato deciso dopo che uno degli addetti alla produzione era risultato positivo a uno dei controlli (a cadenza settimanale) imposti dalla produzione a tutti i lavoratori del set veneziano. Un imprevisto non da poco per le riprese del film. Nei giorni scorsi si erano creati assembramenti di cittadini e turisti per curiosare e scattare fotografie, mentre in precedenza, a febbraio 2020, il set era stato fermato per l'inizio della pandemia costringendo Tom Cruise al rientro negli Stati Uniti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Pooh, nuovo disco dopo la morte di D'Orazio: «Le canzoni della nostra storia»

  • Se n'é andata Paola Maiorana, voce storica delle radio private trevigiane

  • Covid, Zaia: «Treviso è in area critica per i ricoveri ospedalieri»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento