menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I lavori in corso a Mogliano

I lavori in corso a Mogliano

A Mogliano scatta l'operazione decoro: in arrivo 800 mq di nuove aiuole

L’intervento riguarda via Don Bosco e via Zermanesa, a partire dall'Hotel Stucky e fino alla nuova rotatoria di via dello Scoutismo, comprese anche le due rotatorie di via Verdi e di via dello Scoutismo

E’ partita da alcune settimane l’ “Operazione Decoro Aiuole”. L’intervento consiste nella messa a dimora di nuove aiuole lungo via Don Bosco - via Zermanesa, a partire dall'Hotel Stucky e fino alla nuova rotatoria di via dello Scoutismo, comprese anche le due rotatorie di via Verdi e di via dello Scoutismo. L’intervento riguarda anche le aiuole all'incrocio tra via Ronzinella e il Terraglio. Rinnovate anche le piante della siepe del cimitero, ormai morte.

«Il tema del Verde a Mogliano si declina sotto due profili: da un lato si aumenta la messa a dimora di nuove piante, di facile manutenzione, anche negli spazi urbani più frequentati, per arricchire il patrimonio arboreo esistente, dall’altro si abbellisce la Città per rendere i luoghi pubblici decorosi e  sempre più accoglienti, promuovendo i valori della tutela ambientale pur compatibilmente con la vita cittadina. L’intenzione, una volta terminata via Zermanesa, è quella di continuare con le aiuole di tutta la Città, centro e periferie»: dichiara il Sindaco Carola Arena.

ComuneMogliano-aiuole-2

Le aree interessate dall'intervento, per un costo complessivo di circa 57.000 euro, ammontano a quasi 800 mq. Alla fine verranno piantumate all'incirca 700 piante di oleandro nano, di oleandro e di sedum, una specie tapezzante che non necessita di irrigazione. Inoltre, nelle aiuole più grandi e nelle due rotatorie verranno posizionati alcuni sassi, di dimensioni variabili, porosi che nel tempo verranno "colonizzati" dal sedum. La scelta dell'oleandro è stata dettata da due fattori: da un lato la ridotta manutenzione e la volontà di creare una continuità con le piante di oleandro già presenti in altre aiuole cittadine, come lungo il Terraglio, costituendo un elemento di riconoscibilità del territorio. Per la piantumazione, il terreno è stato dapprima fresato, poi si è provveduto a liberare la terra dalle infestanti presenti attraverso il piro diserbo, è stata apportata sostanza organica e concime a lenta cessione e solo successivamente si è potuto procedere con la messa a dimora delle piante e la stesa della corteccia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

Attualità

Covid alle superiori: «Metà dei contagi non è avvenuta a scuola»

Attualità

Scuola elementare "Ancillotto": «In isolamento tutte le classi»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento