rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Attualità Mogliano Veneto / Via Antonio Canova

Risanato definitivamente il cantiere abbandonato di via Canova a Mogliano

Gli scantinati del grande complesso immobiliare erano completamente allagati con gravi disagi subiti dai residenti delle abitazioni limitrofe, a causa della situazione di degrado e di malessere ambientale legato alla proliferazione di insetti e di piante infestanti

Il cantiere edile sito in via Canova nella Frazione di Zerman, dietro a Piazza Don Antonio Sala e in prossimità della chiesa e della scuola, riguarda la costruzione di un immobile attualmente allo stato grezzo, che presenta più piani fuori terra ed un piano interrato di grandi dimensioni adibito a garage. È un intervento edilizio di importanti dimensioni, da molti anni in completo stato di abbandono, a seguito del fallimento della cooperativa ELIOS 2. In particolare, gli scantinati del grande complesso immobiliare erano completamente allagati, a causa della mancanza di un sistema di evacuazione dell’acqua, che negli anni ha creato un allagamento permanente. Innumerevoli i disagi subiti dai residenti delle abitazioni limitrofe, a causa della situazione di degrado e di malessere ambientale legato alla proliferazione di insetti e di piante infestanti. Inoltre, lo stato di incuria e di abbandono stava creando un concreto rischio igienico-sanitario dovuto alla presenza di acqua stagnante, che fermentava nei periodi più caldi.

Numerose sono state anche le ordinanze e le diffide emesse dall'Amministrazione comunale, per spingere la curatela fallimentare ad intervenire, risanando e ripristinando una situazione di degrado inaccettabile, anche in considerazione del contesto residenziale in cui si inserisce l’intervento edilizio. Il Comune di Mogliano Veneto, avvisata la curatela fallimentare ed effettuato il campionamento delle acque e dei fanghi presenti, è intervenuto in modo deciso tramite i Volontari di Protezione Civile per risolvere definitivamente il problema. I risultati delle analisi di acqua e fango hanno escluso la presenza di inquinanti, e questo ha permesso di poter svuotare lo scantinato sommerso dall’acqua, garantendo il rispetto dei parametri ambientali.

Cantiere di Via Canova 5-2

L’intervento sostitutivo in danno, con rivalsa delle spese sostenute nei confronti dei soggetti inadempienti per il ripristino dei luoghi, ha avuto luogo nelle giornate del 9 e 10 Aprile 2022. In queste date i volontari hanno operato svuotando dall’acqua gli scantinati tramite pompe. Successivamente, nelle giornate del 6-7-8 Giugno 2022 è stato eseguito un intervento con autobotte e lavaggi idrodinamici ad alta pressione e svuotato dall’acqua e dalla parte vegetale il terreno e le erbe accumulate nel fondo. Infine, in data 18 Luglio 2022 sono state installate delle pompe e collegato al pozzetto presente in strada, i due pozzetti di raccolta acque meteoriche, che consentiranno lo svuotamento dello scantinato.A breve verrà sistemata anche la recinzione dell’area di cantiere, per garantire maggiore sicurezza e decoro.

«Tutta questa importante attività è stata condotta proprio per garantire la sicurezza pubblica e la salubrità dei cittadini di Zerman limitrofi al cantiere. Il nostro auspicio è che in tempi brevi il cantiere possa essere acquistato, ciò comporterebbe la fine di questa lunga peripezia. Voglio infine ringraziare l’Ufficio Ambiente Comunale per il lungo ed impegnativo lavoro svolto, ed i preziosi volontari della Protezione Civile»: ha spiegato soddisfatto il sindaco di Mogliano Veneto, Davide Bortolato.

Cantiere di Via Canova 7-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Risanato definitivamente il cantiere abbandonato di via Canova a Mogliano

TrevisoToday è in caricamento