menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'esterno della scuola

L'esterno della scuola

Tempo di iscrizioni scolastiche a Mogliano, il sindaco: «La Frank riaprirà»

«In campagna elettorale ho promesso e sostenuto la necessità di mantenere aperto il plesso, confidando di poter invertire la rotta di chi mi ha preceduto. Ed ecco il risultato»

È tempo d’iscrizioni scolastiche ed entro la prossima settimana verrà recapitata alle famiglie, che dovranno iscrivere i bambini alle scuole primarie, una lettera contenente le modalità operative con l’indicazione dei plessi scolastici del territorio. «Con grande soddisfazione posso affermare che nell’elenco dei Plessi scolastici opzionabili sarà presente anche la scuola di via Barbiero Anna Frank - dichiara il Sindaco Davide Bortolato - In campagna elettorale ho promesso e sostenuto la necessità di mantenere aperto il plesso, confidando di poter invertire la rotta di chi mi ha preceduto. A inizio mandato, tuttavia, mi sono inevitabilmente dovuto scontrare con dati sconfortanti, aridi, tecnici che mal si conciliano con ogni ragionamento che coinvolga i bambini, il loro benessere, il loro sviluppo, e il loro diritto a vivere felici. Il primo dato è il calo demografico, circostanza tristemente nota che incide anche sull’organizzazione didattica; una scuola con pochi bambini se da un lato rappresenta forse la miglior soluzione dal punto di vista del benessere dello studente, si traduce di fatto nell’impossibilità di godere di organico e servizi adeguati. Di poi la decisione di investire sulle scuole Verdi fatta dalla precedente Amministrazione, che ha volutamente tralasciato il plesso dell’Anna Frank, destinato, come già era stato preannunciato, alla chiusura».

«Si parla quindi di un disegno che parte da lontano, richiesto da più voci - prosegue il Sindaco - che ha visto l’appoggio della Dirigenza Provinciale e della precedente Dirigenza scolastica, e auspicata inizialmente anche dall’attuale Dirigente scolastica in carica. Il Covid però ha cambiato tutto, ha permesso di far entrare in questo procedimento avviato, un elemento di novità che ha determinato la ripresa di un dialogo, incentrato sugli spazi scolastici, spazi che, se oggi risultano necessari per mere esigenze di distanziamento, devono essere ripensati anche per il futuro in termini didattici e pedagogici. La decisione assunta a settembre 2020 dalla dirigenza scolastica di spostare le cinque classi della Frank alla scuola Valeri, di cui quest’Amministrazione non ha potuto che prendere atto, ha rivelato tutte le criticità. Probabilmente andavano vagliate soluzioni alternative. Spesso i toni sono stati accesi ma il dialogo c’è sempre stato con genitori e con le maestre che ringrazio per essere stati testimoni importanti della validità e dell’eccellenza del plesso scolastico. Mi ritengo quindi soddisfatto del buon lavoro di mediazione svolto a tutti i livelli, soprattutto perché i miei interlocutori hanno dimostrato di saper anteporre il bene dei bambini alla mera logica dei numeri» conclude il primo cittadino di Mogliano Veneto.

«Siamo soddisfatti del risultato conseguito da quest’Amministrazione e che la nostra scuola venga riaperta - dicono i rappresentanti dei genitori e dei docenti della scuola Anna Frank - gli spazi educativi che oggi sono richiesti per una didattica a misura di bambino non sono più quelli di una volta. Oggi è importante dare ambienti di apprendimento attenti ai bisogni didattico- pedagogici dei bambini. I bambini hanno bisogno di spazi per sperimentare, spazi per provare, spazi per piccoli gruppi, la nostra scuola Anna Frank garantisce tutto questo».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento