Cannabis light, Moksa apre un nuovo punto vendita a Bassano del Grappa

Il canapa store di Treviso continua a crescere. Giovedì 20 giugno l'inaugurazione del nuovo negozio che avrà anche un distributore automatico. Intervista al titolare Matteo Dozzo

In foto: Matteo Dozzo, titolare del Moksa

Sarà inaugurato giovedì 20 giugno il nuovo Moksa store di Bassano del Grappa. Dopo il successo riscosso dal punto vendita aperto in via San Francesco a Treviso a inizio 2018, il titolare Matteo Dozzo ha deciso di cimentarsi in una nuova avventura, muovendosi sempre con grande consapevolezza nel mondo dei prodotti a base di canapa privi di efficacia drogante.

Il nuovo negozio sarà inaugurato domani, giovedì 20 giugno, dalle ore 18 alle 23 in vicolo Bonamigo con musica, birra alla canapa e cicchetti vari per tutti i presenti. All'inizio, per avviarlo e far capire ai clienti le varie tipologie di prodotti in vendita, sarà il titolare in persona a gestire l'attività per circa un mese. Poi il negozio resterà aperto 24 ore su 24 grazie a un distributore automatico che erogherà i prodotti richiesti dai clienti. In occasione di eventi particolari o durante le vacanze e le festività, non è escluso che Matteo Dozzo torni a seguire di persona la clientela del suo nuovo negozio. Il distributore automatico sarà fornito di: cristalli di puro Cbd, liquidi per sigarette elettroniche, resina e polvere di canapa sativa, infiorescenze di canapa sativa, olio di Cbd, tisane relax e molti altri prodotti a base di canapa. Vista la recente sentenza della Cassazione che ha riportato sotto i riflettori i canapa store, abbiamo deciso di tornare a intervistare il titolare Matteo Dozzo per un suo commento a riguardo: «Prima di tutto - esordisce - ci tengo a precisare come tutti i prodotti che vengono venduti da Moksa sono privi di efficacia drogante e quindi assolutamente legali, pur essendo a base di canapa. La legge è molto chiara a riguardo: i prodotti contenti una percentuale uguale o inferiore allo 0,5% di THC non possono essere considerati "droganti" e quindi possono essere venduti senza problemi. La sentenza emessa dalla Cassazione sulla cannabis light ha generato più di qualche confusione sul tema ma, nella sostanza, il sistema di vendita è rimasto immutato. E' una sentenza che va ben interpretata - prosegue Dozzo - Il grande cambiamento ha riguardato soprattutto le modalità di acquisto dai produttori di canapa. Prima si poteva acquistare senza problemi in quantità sfusa, oggi no ma a livello legale a nessun produttore è stato vietato di mettere in vendita la propria canapa. Se si rispettano i limiti di legge non vedo quali problemi possano esserci nel continuare a vendere questi prodotti. E' importante - conclude Dozzo - che le vendite dei canapa store vengano regolamentate in modo chiaro e che la gente capisca come non ci sia nulla di illegale o sbagliato in questo tipo di attività». La clientela trevigiana di Moksa sembra averlo capito ormai da tempo, dando fiducia e dimostrando di apprezzare i prodotti selezionati e messi in vendita dal titolare. La sfida sarà ora quella di espandersi anche nel Vicentino portando la vendita dei prodotti a base di canapa a un numero sempre maggiore di persone.

In foto il nuovo punto vendita che sarà inaugurato a Bassano del Grappa
WhatsApp Image 2019-06-18 at 20.00.15-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Schianto contro un camion, dichiarata la morte cerebrale del 17enne

  • Allarme rosso per il livello del Piave: ordinati gli sgomberi delle golene

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

  • La ghiacciaia: il bistrot realizzato in un bunker della Grande Guerra

  • Esplode una granata nel garage di casa, 19enne trasportato in ospedale

Torna su
TrevisoToday è in caricamento