rotate-mobile
Attualità

Inaugurate a Monastier le nuove scuole medie

Insieme alle scuole d'infanzia e primaria, con l'annessa palestra comunale, costituiscono il nuovo campus scolastico di Monastier.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Una giornata di sole splendente ha reso ancora più bella e gioiosa la cerimonia di inaugurazione della nuova scuola media di Monastier, tenutasi sabato mattina 18 dicembre, alla presenza di numerosi sindaci ed autorità. L'edificio, che accoglierà gli studenti a gennaio 2022, al rientro dalle vacanze di Natale, si presenta molto bello e moderno dal punto di vista architettonico, della domotica, sostenibile, sicuro, luminoso, costruito su un unico piano, a consumo energetico zero. L'apertura delle nuove medie, integrate e collegate internamente con le scuole primaria e d'infanzia comunali di Monastier, sancisce la nascita del nuovo Campus Scolastico di Monastier, al cui fianco sorge anche la palestra comunale.

Particolarmente emozionati sono apparsi la sindaca di Monastier Paola Moro e il vicesindaco, nonché assessore all'Istruzione Stefano Dussin, che hanno seguito questo progetto fin dalla sua genesi, iniziata ancora con la prima amministrazione della sindaca Moro. Dopo i ringraziamenti di rito, rivolti alle tante persone che hanno reso possibile l'attuazione di un progetto così ambizioso, costato in totale 2 milioni e 380mila euro (di cui 1 milione e 730mila euro finanziati a fondo perduto grazie al conto GSE per l'efficientamento energetico), il primo pensiero della sindaca è andato ai ragazzi e alle famiglie che potranno godere di questi nuovi spazi. "Idealmente vi consegniamo le chiavi di questa nuova scuola" - hanno detto all'unisono sindaca e vicesindaco di Monastier, che ieri mattina hanno anche assistito alla proclamazione del nuovo sindaco del consiglio comunale dei ragazzi, Giacomo Fiorotto. "Fate di questa scuola il vostro trampolino di lancio, avete molto da dare alla comunità, siamo certi che saprete fare ancora meglio di noi adulti, mantenetevi saldi nei valori che cerchiamo di trasmettervi".

È quindi intervenuta la dirigente dell'Istituto comprensivo di Roncade, Anna Maria Vecchio, che rallegrandosi "per questa giornata speciale, lieta e colma di speranza", ha parlato di "scuola come ossigeno per la società, luogo dell'intenzione e dell'attenzione. Questi nuovi spazi scolastici ospiteranno anche una didattica molto innovativa grazie alla metodologia DADA (acronimo di Didattiche per Ambienti Di Apprendimento), alle classi 3.0 che utilizzano il tablet a fianco ai libri, alle proposte di outdoor education e alle iniziative di orientamento messe in atto dal nostro istituto comprensivo". Il nuovo edificio, oltre a sei aule, ospita la segreteria, la sala docenti e uno spazio polivalente, con relativi servizi e spazi annessi. Le aule sono allestite con arredi moderni, lavagne interattive e saranno personalizzate in base alla materia di insegnamento del singolo docente, come dei veri e propri laboratori, per favorire nei ragazzi un uso consapevole e responsabile degli spazi, facilitando i processi di collaborazione e di apprendimento.

Al pomeriggio la festa è continuata nella sede dell'azienda Texa di Monastier, dove si è tenuto un concerto della banda musicale di Treviso e la consegna di tre borse di studio a tre studenti altrettanto meritevoli che si sono diplomati lo scorso anno alla scuola media di Monastier. Accogliendo gli ospiti nella sua azienda, il patron di Texa, Bruno Vianello, ha ricordato un progetto importante di collaborazione fra Texa e la media di Monastier, operativo già da alcuni anni, "con la donazione iniziale di supporti informatici e poi l'avvio dell'iniziativa 'Giulio Verne' per aiutare i ragazzi del nostro territorio a conoscere direttamente il mondo del lavoro e appassionarli alla tecnologia. Cari genitori e cari insegnanti, vi incoraggio ad educare i vostri ragazzi al senso di comunità, ai valori del territorio, della nazione, dell'appartenenza e di impiegare un giorno tutte le loro capacità per mantenere vivo quel benessere così faticosamente raggiunto da chi li ha preceduti".

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inaugurate a Monastier le nuove scuole medie

TrevisoToday è in caricamento