rotate-mobile
Attualità

Motoraduno 2023 sulle strade di Monastier: «Oltre 530 iscritti, un successo»

Sulla Strada dei Vini del Piave, la 46esima volta dell'evento che attira appassionati delle due ruote da tutta Italia e dall'Europa

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Erano oltre 530 gli iscritti a Monastier al 46esimo Motoraduno sulla Strada dei Vini del Piave, manifestazione organizzata lo scorso fine settimana dal Motoclub Monastier. I partecipanti arrivavano da tutta Italia e c’era qualcuno addirittura dalla Germania e dalla Repubblica Ceca.

Un successo di partecipazione e di divertimento che gli organizzatori hanno celebrato nella pagina facebook dell’associazione sportiva, ringraziando i tanti volontari, l’amministrazione comunale, il parroco e le associazioni di Monastier che hanno fornito il proprio contributo, Alpini e Protezione civile, compresi gli sponsor, affinché il Motoraduno annuale possa essere una festa per tutta la comunità di Monastier, non solo per gli appassionati. «Anche quest’anno la manifestazione è riuscita molto bene e siamo davvero orgogliosi del risultato finale - dichiara il presidente del Motoclub Monastier, Emanuele Vidotto - risultato possibile grazie alla collaborazione dell’intero paese. C’erano volontari di tutte le età: dai ragazzini di 10-12 anni, fino agli ultra 80enni, quelli che quasi 50 anni fa idearono questa importante manifestazione a Monastier, intessendo relazioni con motociclisti da tutta Italia e non solo, con i quali nel tempo sono nate storiche amicizie. Oltre alla convivialità, con i momenti di ristoro, la degustazione di prodotti enogastronomici, la musica e la festa, nel tempo abbiamo cercato di arricchire l’evento con visite guidate e giri turistici nel territorio, per far conoscere e apprezzare la nostra Marca Trevigiana. Ad esempio, quest’anno abbiamo fatto una visita al museo della pesca di Sant’Elena di Silea, senza scordare la domenica mattina una tappa con rinfresco all’ex abbazia benedettina di Santa Maria del Pero, autentica perla del nostro territorio». La manifestazione si è concentrata nelle giornate di sabato 1 e domenica 2 luglio, con tappe nei dintorni anche a Meolo, Zenson di Piave, Silea, Rovarè e Fagarè della Battaglia. Il momento clou, come ogni anno, è stata la sfilata di centinaia di moto la domenica mattina per le vie del paese, conclusa con il pranzo comunitario nel salone parrocchiale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Motoraduno 2023 sulle strade di Monastier: «Oltre 530 iscritti, un successo»

TrevisoToday è in caricamento