rotate-mobile
Attualità

Covid, Zaia: «Cure con anticorpi monoclonali aperte a tutti in Veneto»

Mercoledì 25 agosto il presidente della Regione è intervenuto con la dottoressa Russo e il dottor Patrizio Sarto, cardiologo 7 volte campione del Mondo nel pattinaggio a rotelle e punto di riferimento per la Medicina dello Sport

«Nelle ultime 24 ore sono 5 i nuovi decessi per Covid registrati in Veneto. Questa notte a Rovigo un uomo di 54 anni, non vaccinato, ha perso la vita dopo essere finito in terapia intensiva senza nessuna patologia pregressa. Ricoverati in terapia intensiva un 32 enne, un 57 enne e un 71 enne tutti non vaccinati. In aumento anche i nuovi positivi: 847 in 24 ore. Le prenotazioni per le vaccinazioni stanno aumentando e da oggi abbiamo detto a tutti i centri vaccinali del Veneto di vaccinare senza prenotazione anche chi si presenterà a fine giornata, se saranno avanzate dosi disponibili». Inizia con queste parole, mercoledì 25 agosto, il nuovo punto stampa del presidente Zaia dalla sede della Protezione civile di Marghera. 

«Sugli anticopri monoclonali il dottor Flor invierà in questi giorni una lettera a tutte le Ulss del Veneto perché Aifa ha deciso che si potranno somministrare a tutti i cittadini. Dopo essere risultati positivi al tampone molecolare, quindi, qualunque cittadino maggiorenne con sintomi potrà contattare il proprio medico di base e chiedere di essere inserito nel registro delle cure con gli anticorpi monoclonali. Io non tifo per la terza dose ma penso che il modello di Israele sta dimostrandone l'efficacia. Ora c'è bisogno che dal Ministero qualcuno ci indichi per tempo quanto dura la copertura anticorpale. Mi auguro che non arrivi l'ordine dal Governo di fare la terza dose di vaccino quando saremo a dicembre. Negli ospedali e nelle case di riposo abbiamo lavoratori e anziani che hanno ricevuto la prima dose di vaccino ormai quasi nove mesi fa» conclude il Governatore.

Vaccini e reazioni avverse

Dopo Zaia ha preso la parola la dottoressa Russo: «Sulle reazioni post-vaccino stiamo raccogliendo, con i centri dedicati come "Canale Verde" e nelle Ulss del territorio, le varie segnalazioni dei cittadini che hanno avuto reazioni avverse dopo la vaccinazione contro il Covid. Le segnalazioni ci sono arrivate da: medici di base, farmacisti, cittadini (2.738 casi) e altri operatori sanitari. Gli esperti di "Canale Verde" sono a disposizione anche per chiarire i dubbi e fornire assistenza ai cittadini che hanno avuto reazioni allergiche già dopo la prima dose. Inoltre la Regione è in grado di somministrare la vaccinazione in ambienti "protetti" per i cittadini più fragili. Dall'inizio della somministrazione dei vaccini il numero di segnalazioni è stato molto alto nelle prime fasi mentre ora sono in diminuzione.

reazioni-vaccino-1-2

Secondo i dati Aifa - continua la dottoressa Russo - su 66 milioni di dosi somministrate a livello nazionale ci sono state 84mila segnalazioni di reazioni avverse di cui il 12% considerate gravi. Le reazioni più frequenti sono: febbre, stanchezza, dolori muscolari e articolari. In Veneto stiamo valutando se avviare una campagna di indagine a campione sulla sorveglianza attiva post vaccinazione. Su 6 milioni di dosi somministrate a livello regionale abbiamo ricevuto 15mila segnalazioni di reazioni avverse, soprattutto all'inizio della campagna vaccinale. Di queste, 4.900 sono casi di febbre e 4.500 di mal di testa. 1.900 su 6 milioni i casi di febbre alta, 180 le segnalazioni di trombosi, seguiti anche da segnalazioni di dissenteria, svenimenti e reazioni allergiche. Nessuna reazione anafilattica, invece, è stata registrata finora nella fase dai 12 ai 25 anni in Veneto. Attualmente in Veneto non abbiamo registrato casi di decessi correlati alla somministrazione del vaccino. A livello nazionale sono invece 498» conclude la dottoressa Russo.

reazioni-vaccino-2-2

Il bollettino di Azienda Zero

Nelle ultime 24 ore sono 847 i nuovi positivi su 41.870 tamponi fatti per un'incidenza dello 2,02%. I positivi in isolamento oggi in Veneto sono 12.537. I ricoverati in totale sono 262 (-11 rispetto a martedì) di cui 212 in area non critica e 50 nelle terapie intensive. Le terapie intensive non Covid sono 349. Cinque i decessi nelle ultime 24 ore.

Il video della diretta

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, Zaia: «Cure con anticorpi monoclonali aperte a tutti in Veneto»

TrevisoToday è in caricamento