Censimento alberi a Montebelluna: 55 saranno abbattuti perchè pericolosi

Per la valutazione dello stato fitosanitario degli esemplari e della loro stabilità, si sono seguite le prassi previste dalla metodologia V.T.A. (Visual Tree Assesment) integrate con le analisi strumentali laddove necessario

Un albero

Si è conclusa indagine commissionata dal Comune sullo stato di salute sulle alberature disposte lungo le strade comunali. Spiega il vicesindaco, Elzo Severin: «Lo studio era stato commissionato lo scorso anno su richiesta del sindaco Marzio Favero dopo che tre alberi in città erano caduti in seguito ad eventi atmosferici eccezionali: due presso il duomo e uno di proprietà privata in via Erizzo a Biadene, fortunatamente senza conseguenze per gli automobilisti. La cosa ha portato in luce il tema della sicurezza legata al patrimonio arboreo. Ringrazio lo studio Corazzin che ha eseguito l’analisi, compiendo una valutazione su 920 alberi, peraltro 200 in più di quelli inizialmente previsti. L’esito del controllo, purtroppo, è che 55 alberi dovranno essere abbattuti a causa del loro compromesso stato di salute. La scelta è stata condivisa ieri con la Commissione ambiente».

L’agronomo ha eseguito le analisi fitostatiche degli alberi presenti individuando le situazioni di pericolo, e gli interventi conseguenti. Nel caso specifico, per la valutazione dello stato fitosanitario degli esemplari e della loro stabilità, si sono seguite le prassi previste dalla metodologia V.T.A. (Visual Tree Assesment) integrate con le analisi strumentali laddove necessario. Al termine delle rilevazioni, si è elaborato un censimento in base a cinque classi di propensione al cedimento, da trascurabile ad estrema, passando per bassa, moderata, elevata. Per 55 esemplari dei 920 censiti, lo studio ha prescritto 42 abbattimenti e 13 fortemente consigliati.

Questo l’elenco:

3 via Serena

5 Corso Mazzini

5 viale delle piscine

1 via Don Minzoni

3 via Monte Grappa

20 via XXX Aprile

1 via Piave

1 Viale Zuccareda

2 Viale Matteotti

1 Viale della Vittoria

1 Piazza Negrelli

1 via Alighieri

3 Via Bassanese

5 scuola media di Biadene

1 scuola elementare Marconi

2 Viale XI Febbraio

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Spiega il sindaco, Marzio Favero: «E’ sempre doloroso dover abbattere degli alberi ma se, come in questo caso, il tecnico non consiglia l’abbattimento ma lo prescrive, il Comune è chiamato ad intervenire per tutelare la salute dei cittadini, cosa che precede qualsiasi considerazione di carattere estetico. In caso di incidente grave con danni alle persone saltano le logiche affettive e si entra nella dimensione della responsabilità civile e penale. Quindi per garantire la sicurezza dovremo procedere all’abbattimento di una cinquantina di alberi. Purtroppo il caso vuole che 20 degli alberi che verranno abbattuti perché al termine del loro percorso vitale siano in via XXX Aprile, in quel tratto di strada che dall’ospedale arriva al centro, passando davanti al Duomo. In alcuni casi la situazione è evidente a colpo d’occhio. Inevitabilmente si andrà a creare una ferita paesaggistica nel centro cittadino poiché si va ad intervenire su un bel viale alberato diradandone la trama. Per rimediare sul piano paesaggistico si provvederà il prima possibile alla messa a dimora di nuovi alberi. E’ opportuno ricordare che questa amministrazione in 8 anni ha provveduto a piantare 600 alberi grazie all’iniziativa Un albero per ogni nato e decine di alberi grazie alla collaborazione con l’associazione Fare Natura di Natalino Comin».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion con mucche e tori si rovescia, caos sulla bretella

  • Adriano Panatta sposa a 70 anni l'avvocato trevigiano Anna Bonamigo

  • Covid-19, in quarantena una classe del Leonardo da Vinci e una della materna di Cimadolmo

  • Eletto "il Babbo più Bello d'Italia 2020", premiato anche un papà trevigiano

  • Truccavano gli esami di guida, autoscuola trevigiana nella bufera

  • Diocesi di Treviso, nominati i nuovi sacerdoti della provincia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento