Successo per il bonus paritarie: oltre 100 richieste per il contributo “speciale”

A Montebelluna è in corso ora la liquidazione dei 250 euro previsti dall'Amministrazione comunale a favore di 50 famiglie con reddito contenuto e più figli

Oltre 100 domande: c’è stata un’adesione ben al di sopra delle previsioni per l’iniziativa avviata in modo sperimentale dall’assessorato alle politiche familiari e cioè quella di stanziare un contributo di 250 euro a favore delle famiglie che decidono di iscrivere i propri figli alle scuole dell’infanzia paritarie. Un incentivo introdotto alla luce dell’insufficiente disponibilità di posti nelle scuole dell’infanzia pubbliche montebellunesi che non soddisfano integralmente la domanda di servizio educativo e formativo nella fascia di età 3-6 anni, per cui oltre 300 nuclei familiari residenti usufruiscono dei servizi erogati dalle scuole dell’infanzia paritarie. Si ricorda che, a fronte di circa 850 bambini tra i 3-6 anni, nel territorio montebellunese ci sono 490 posti disponibili nelle scuole dell’infanzia pubbliche, a cui si aggiungono, per coprire le necessitò, 370 circa nelle scuole dell’infanzia paritarie.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Commenta l’assessore all’Istruzione, Claudio Borgia: “A fronte della parziale capacità delle scuole dell’infanzia pubblica di dare risposta alla domanda montebellunese, l’amministrazione ha deciso di avviare questa sperimentazione per l’erogazione di 50 contributi da 250 euro ciascuno a parziale ristoro delle spese sostenute dalle famiglie. L’iniziativa che si aggiunge alle altre politiche familiari attivate a Montebelluna in questi anni come il parcheggio rosa, il parcheggio bebè, le nuove agevolazioni del trasporto scolastico e le numerose iniziative culturali rivolte alle famiglie, si è rivelata essere molto apprezzata e ha avuto molto successo tra le famiglie nonostante ci fossero delle tempistiche stringenti, infatti già alla prima edizione sono arrivate 103 richieste che i Servizi sociali hanno preso in esame e disposte in graduatoria, privilegiando sia le famiglie con un reddito ISEE contenuto ed inferiore ai 19mila euro, che è un tetto in linea con quello fissato per richiedere le agevolazioni per il trasporto scolastico e accedere all’asilo nido, che le famiglie con più figli in età scolare. Siamo riusciti quindi, attraverso un punteggio che premiava sia la condizione economica che il numero di figli a carico, a soddisfare 50 famiglie montebellunesi. E’ in corso ora la liquidazione dei contributi e, vista l’elevata adesione, l’amministrazione Favero intende riproporre il contributo anche per il prossimo anno”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Coronavirus, nuovo aumento di casi in Veneto, Zaia: «Sono preoccupato»

  • Salvato dall'annegamento, 20enne muore dopo una settimana di agonia

  • Grave lutto per tutto il rugby veneto: a soli 55 anni si è spento Aldo Aceto

  • Tragedia di Farra, Vittoria ha donato gli organi: fissata la data dei funerali

Torna su
TrevisoToday è in caricamento