menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Montebelluna, al via la sostituzione di 16.500 contatori di E-Distribuzione

Tutti gli accorgimenti per evitare le truffe: l'identità dell’operatore potrà essere accertata anche chiedendo all’operatore di generare un codice PIN verificabile poi chiamando il numero verde 803 500

Partirà lunedì 28 gennaio a Montebelluna la campagna massiva di installazione degli Open Meter, la nuova generazione di contatori elettronici targati E-Distribuzione. Spiega Maurizio Girardi, responsabile di E-Distribuzione Area Nord per il progetto contatore: «In aggiunta ai servizi di telelettura e telegestione disponibili già con gli attuali apparecchi, il contatore intelligente 2.0 offrirà ai clienti informazioni sempre più puntuali per il monitoraggio dei consumi e consentirà di abilitare i servizi innovativi di domotica, la cosiddetta smart home. Con il nuovo contatore sarà infatti possibile verificare in ogni istante l’energia consumata nelle diverse fasce orarie del giorno ed analizzare la potenza mediamente assorbita ogni quarto d’ora. Tutti questi dati permetteranno ai clienti di avere una sempre maggiore consapevolezza dei propri consumi e delle proprie abitudini consentendo di identificare il contratto di fornitura più idoneo».

E-Distribuzione, la società del Gruppo Enel per la gestione della rete elettrica, prevede di sostituire nel Comune di Montebelluna circa 16.500 contatori. La data esatta della sostituzione di ogni cliente sarà comunicata tramite avvisi che saranno esposti, con qualche giorno di anticipo, all’ingresso degli immobili interessati dalla sostituzione. L’intervento di sostituzione è completamente gratuito e i clienti non dovranno versare alcun compenso al personale impegnato nell’operazione. Nell’organizzazione di questo importante progetto, E-Distribuzione ha ritenuto che fosse prioritario garantire ai cittadini la massima trasparenza ed assicurare loro tutte le informazioni necessarie. Oggi i referenti di E-Distribuzione hanno incontrato il sindaco del Comune di Montebelluna, prof. Marzio Favero, per illustrare il piano di sostituzione sul territorio e far conoscere tutte le azioni e iniziative adottate per tutelare la cittadinanza, mentre alle Forze dell’Ordine (Carabinieri, Polizia Municipale..) sono state inviate comunicazioni ad hoc con i riferimenti della impresa incaricata dei lavori.

Tra queste, oltre al tesserino identificativo dotato di fotografia in possesso di ogni operatore, sia esso dipendente di E-Distribuzione che di impresa appaltatrice, i clienti avranno a disposizione un ulteriore strumento di verifica e garanzia. L’identità dell’operatore potrà, infatti, essere accertata anche chiedendo all’operatore medesimo di generare un codice PIN che, chiamando il numero verde 803 500 (selezionare tasto 4) oppure utilizzando il servizio dedicato su APP o sul sito web di E-Distribuzione, consentirà di acquisire i dati anagrafici dell’incaricato alla sostituzione. Questi strumenti sono stati anche oggetto di confronto con le principali Associazioni dei Consumatori aderenti al CNCU (Consiglio Nazionale dei Consumatori e degli Utenti), con le quali sono stati individuati ed implementati tutti gli accorgimenti procedurali ed organizzativi volti ad assicurare la necessaria tranquillità a tutti i clienti. La stessa finalità è stata perseguita con la sottoscrizione del Protocollo d’Intesa con l’ANCI per coinvolgere gli Enti locali sul progetto Open Meter e sulle iniziative ad esso correlate. Sul sito e-distribuzione.it i clienti potranno reperire tutte le informazioni relative al progetto, consultare il piano di installazione e scaricare materiale illustrativo come la guida tecnica all'Open Meter. Inoltre, registrandosi gratuitamente all’area riservata del sito e-distribuzione.it potranno scaricare il rapporto di sostituzione riportante tutti i dati di interesse, comprese le letture di rimozione, a partire dal secondo giorno successivo all’intervento.

2(1)-9

Spiega il sindaco Marzio Favero: «Abbiamo avuto modo di confrontarci con E-distribuzione in merito alle modalità tecniche e di comunicazione relative alla campagna massiva di sostituzione dei vecchi contatori con quelli di nuova generazione. Ho trovato l’iniziativa estremamente interessante perché non solo può consentire al sistema elettrico nazionale di ottimizzare la gestione della potenza dell'energia che transita nella rete con risparmi nella produzione, ma mette anche i cittadini in condizione di poter acquisire maggiori informazioni sui propri consumi aiutandoli a ridurre gli sprechi energetici. Abbiamo concordato una comunicazione specifica per evitare, come purtroppo accaduto in passato, che sedicenti incaricati di questa o quella azienda, possano compiere vere e proprie truffe a danno dei cittadini. Si è trattato spesso di truffatori che sono stati in fase successiva segnalati alla Polizia locale e soprattutto ai Carabinieri. Desideriamo avvisare e rassicurare la popolazione che gli operatori intervengono ufficialmente per conto di E-Distribuzione e potranno essere identificati grazie ad un badge personale. In caso di dubbio vi è la possibilità di verificare l’identità dell’operatore chiedendo di avere il suo numero PIN da controllare chiamando un apposito numero verde. Della campagna di sostituzione dei contatori, E-Distribuzione ha dato notizia anche ai Carabinieri. In ogni caso, qualora vi fosse qualche persona che non segue le procedure richieste, è opportuno che si chiami la Polizia locale o la stazione dei Carabinieri».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Aziende

Migliori parrucchieri d'Italia: ecco i trevigiani al top

social

Le voci più belle del Festival di Sanremo sono venete

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento