rotate-mobile
Venerdì, 27 Gennaio 2023
Attualità Montebelluna

Pnrr: fondi per 4,2 milioni a Montebelluna per quattro opere di edilizia scolastica

I progetti riguardano la scuola secondaria di primo grado di Biadene, la scuola dell'infanzia Pilastroni-Feltrina, la palestra scuola primaria "Guglielmo Marconi" e la palestra della scuola primaria "Saccardo"

Ben 4,2 milioni di euro per 6,5 milioni di opere, per complessivi 11milioni di euro ottenuti nel solo 2022. La notizia è di questi giorni. Il Comune di Montebelluna è risultato in graduatoria per quattro opere di edilizia scolastica nell’ambito della prima tranche della programmazione di edilizia scolastica (risorse finanziarie ripartite con i decreti del Ministro dell’istruzione 6 agosto 2021, n. 253 e 2 dicembre 2021, n. 343). L’efficacia delle graduatorie è subordinata alla registrazione del relativo decreto da parte degli organi di controllo.

Gli interventi in graduatoria

Scuola secondaria di primo grado di Biadene

Adeguamento o miglioramento sismico con indice di rischio sismico

Costo totale opera 4.115.374,24 €

Finanziamento PNRR 2.646.500,00 €

Cofinanziamento richiesto 1.468.874,24 €

Scuola dell'infanzia Pilastroni-Feltrina

Adeguamento o miglioramento sismico

Costo totale opera 541.079,93 €

Finanziamento PNRR 335.000 €

Cofinanziamento richiesto 185.579,93 €

Palestra Scuola primaria "Guglielmo Marconi"

Adeguamento o miglioramento sismico

Costo totale opera 1.412.002,50 €

Finanziamento PNRR 924.300,00 €

Cofinanziamento richiesto 487.702,50 €

Palestra Scuola primaria "Saccardo"

Adeguamento o miglioramento sismico

Costo totale opera 486.074,18 €

Finanziamento PNRR 319.950,00 €

Cofinanziamento richiesto 166.124,18 €

I commenti

Commenta il sindaco, Adalberto Bordin: «Aver compreso fin dall’insediamento nell’autunno 2021 che la partita del PNRR meritava impegno e risorse specifiche è stata un’intuizione vincente che si è tradotta nella costituzione di un ufficio ad hoc con due dipendenti dedicate proprio alla gestione dei progetti e dei bandi di finanziamento e nell’incarico esterno di uno studio di professionisti che ci segue nelle varie progettualità. Avevamo aperto l’anno con la bella notizia dei 5 milioni di euro da PNRR per interventi di rigenerazione urbana in Villa Correr-Pisani, Villa Pullin e Parco Bertolini, e lo chiudiamo con una altrettanto positiva perché siamo entrati in graduatoria con quattro interventi di edilizia scolastica che rientravano tra le nostre priorità. In appena 12 mesi abbiamo portato a casa circa 11 milioni di euro, cifra record e mai arrivata in un solo anno a Montebelluna, per la Città in vari ambiti: dall’edilizia scolastica, alla rigenerazione urbana, ai servizi sociali e sport, alla transizione digitale, ai distretti del commercio, alle attività turistiche e culturali, alla mobilità e sicurezza stradale, alle politiche giovanili. Il fatto di aver rallentato su alcune scelte di bilancio dimostra la lungimiranza di poter avere delle risorse da impiegare come co-finanziamenti in quanto l’esito della graduatoria ci pone infatti nella condizione di dover recuperare 2.3 milioni di euro per cofinanziare le quattro opere. Infine, questo conferma ancora una volta la nostra totale attenzione verso le future generazioni e alla loro sicurezza e conseguentemente l’importanza che attribuiamo all’edilizia scolastica, che continua ad essere una priorità per la nostra amministrazione».

Continua il vicesindaco, Claudio Borgia: «Ancora una volta l’esito di questo bando premia il modus operandi dell’amministrazione che tanto ha investito e sta investendo nella programmazione e nella pianificazione in modo da avere progetti pronti da presentare ai vari bandi. Grazie a quest’ultimo stralcio di finanziamenti possiamo continuare ad investire nella sicurezza dei nostri edifici scolastici e palestre dove ricordo i nostri ragazzi e le nostre ragazze passano la maggior parte del tempo, luoghi che devono essere prima di tutto salubri e sicuri. Quello dell’adeguamento sismico della scuola media di Biadene, il più costoso, era un intervento in programma da tempo e per il quale avevamo già partecipato ad un bando di finanziamento che ora è confluito nel PNRR. Ma non meno importanti sono le opere di miglioramento sismico della scuola primaria Marconi, della palestra della Saccardo e della palestra della Guglielmo Marconi. Questi risultati ci confermano che siamo sulla strada giusta, che non ci fermeremo di fronte alla predisposizione di nuovi progetti e alla partecipazione a nuovi bandi, con la certezza che, oltre a far crescere la Città, le nuove opere generano e genereranno indotto. Così facendo alla fine del nostro mandato potremo lasciare una città migliore, anche sotto il profilo delle opere, di come l’abbiamo ricevuta. Questo è e sarà possibile solo grazie alle sinergie create e all’impegno di tutti».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pnrr: fondi per 4,2 milioni a Montebelluna per quattro opere di edilizia scolastica

TrevisoToday è in caricamento