menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Intervenuti carabinieri e agenti della polizia locale

Intervenuti carabinieri e agenti della polizia locale

Montebelluna, diffidati i proprietari di due edifici in centro lasciati nel degrado

L'intervento di carabinieri e polizia locale in via San Pio X a sud del Duomo cittadino. I proprietari dovranno fare pulizia, a mantenere i luoghi in uno stato decoroso e ad impedire l’accesso da parte di estranei

Un blitz congiunto da parte dei carabinieri della Compagnia di Montebelluna e della polizia locale è avvenuto nelle prime ore della giornata di oggi in centro città. Al Comune e al sindaco di Montebelluna negli ultimi tempi sono pervenute diverse segnalazioni di alcuni residenti contrariati dallo stato di degrado presente in due punti di via San Pio X a sud del Duomo cittadino. La spiacevole situazione riguarda, in particolare, un edificio al grezzo ed un’abitazione da tempo disabitata.

Il sindaco ha segnalato la cosa alla polizia locale la quale ha avviato un’azione coordinata con i carabinieri della Stazione di Montebelluna. Per cui, intorno alle 6 di questa mattina, sei carabinieri e quattro agenti della polizia locale sono entrati in azione per verificare la situazione scoprendo così che nell’edificio al grezzo era presente un clochard che è stato regolarmente riconosciuto. Nello scantinato dell’abitazione chiusa sono stati rinvenuti diversi giacigli, segno che il luogo viene frequentato nelle ore notturne da persone, sebbene, al momento del controllo, non fosse presente nessuno. A fronte della situazione riscontrata, scatterà la diffida alle due proprietà affinché provvedano a fare pulizia, a mantenere i luoghi in uno stato decoroso e ad impedire l’accesso da parte di estranei.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, l'imprenditore Amir Vettorello muore a 46 anni

Auto e moto

Cambio gomme invernali: scatta l'obbligo di montare le estive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento