Montebelluna finanzia con oltre 14 mila euro le associazioni locali

Il Comune ha deciso di aderire al progetto "Recidiva Stop. Uomini consapevoli in territori strutturati", promosso dalla Cooperativa Sociale "Gruppo R" finanziando 7 realtà locali

Nella seduta della giunta di lunedì 17 dicembre è stato deliberata l’assegnazione dei contributi da parte del Comune di Montebelluna alle associazioni che lavorano in sinergia con l'amministrazione comunale. Si tratta di realtà che incarnano in modo virtuoso il concetto di "comunità" e che operano in ambito socio-assistenziale che socio-sanitario.

Si tratta di di 7 associazioni per le quali il Comune erogherà 14500 euro. Nello specifico i fondi andranno a finanziare tre aree: 7.500 euro per le emergenze sociali (Cittadini volontari per le attività in collaborazione con Caritas e Centro aiuto alla vita; Centro aiuto alla vita per le attività in collaborazione con Caritas e Cittadini volontari); 5200 euro per le attività di tempo libero strutturato a favore dei minori (I Pomeriggi di Albatros per il progetto dopo scuola minori in difficoltà; Ambra – tutti i compiti della mamme per il progetto dopo scuola minori in difficoltà) e 1800 rispettivamente per l’associazione LILT per sostenere le spese per il servizio trasporti malati oncologici e per le attività di sensibilizzazione a favore della cittadinanza, per l’associazione Amici del Cuore come contributo per l’attività di screening sul rischio di malattia cardio vascolare e per il CPIA (Centro Territoriale per l’istruzione degli Adulti) “Manzi” come contributo per l’attivazione di corsi di alfabetizzazione e cultura italiana a favore delle donne.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Commenta l’assessore alle Politiche sociali, Antonio Romeo: «Oltre ai contributi alle realtà che collaborano in ambito sociale con il Comune e che spesso rappresentano il braccio operativo del Comune, in veste di partner, senza oneri diretti, si è aderito al Progetto "Recidiva Stop. Uomini consapevoli in territori strutturati", promosso dalla Cooperativa Sociale "Gruppo R", al quale abbiamo concesso il partnernariato, formalizzando l'impegno a costituirsi in Associazione Temporanea di Scopo, finalizzato ad ottenere finanziamenti relativi al bando indetto dal Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri. In questa impresa siamo assieme ai Comuni di Chioggia e Padova e, con altri, la Cooperativa sociale di Montebelluna Una casa per l’uomo. Il progetto si è collocato in posizione utile nella graduatoria relativa ai progetti ammissibili al finanziamento».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Zaia: «Treviso sta entrando nella terza fascia di emergenza»

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Nuovo Dpcm, Conte ha firmato: ecco che cosa cambia da lunedì

  • Pranzo tra amici si trasforma in un focolaio Covid: trovati quindici positivi

  • La fortuna bacia un trevigiano: vinti 300 mila euro al "Miliardario"

  • Zaia, nuova ordinanza per le scuole superiori: «Didattica digitale al 75%»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento