rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Attualità Montebelluna / Via Lino Mattiello

Sport Life, gli atleti premiati in Turchia ricevuti dal sindaco di Montebelluna

Il sindaco Adalberto Bordin e l'assessore allo sport hanno ricevuto e incontrano gli atleti di Sport Life affetti da sindrome di Down e tornati dai Trisome Games in Turchia con un importante bottino di medaglie

Un ritorno da super campioni quello vissuto dai cinque atleti di Sport Life Montebelluna che, nelle scorse settimane, hanno partecipato ad Antalya, in Turchia, alla seconda edizione dei Trisome Games, competizione riservata ad atleti con Sindrome di Down valida anche come undicesmo campionato del mondo per nuoto e nuoto artistico.

Un bottino speciale pieno di medaglie che premia l’impegno e la perseveranza degli atleti ma anche la fiducia degli allenatori e il continuo sostegno dell’associazione. Aspetti che non ha mancato di sottolineare il sindaco di Montebelluna ieri nel corso della semplice cerimonia voluta per dare il giusto riconoscimento ai ragazzi. Con il sindaco anche l’assessore allo sport: insieme in sala consiliare hanno accolto i ragazzi – Martina Villanova, Giammaria Roncato, Eleonora Ostani, Anna Dobnik e Lorenzo Iannetti - e consegnato loro una pergamena per i meriti conseguiti e per aver onorato la città di Montebelluna.

Le medaglie

Gli azzurri del nuoto hanno portato a casa diciannove medaglie di cui 8 conquistate dagli atleti di Sport Life e un record del mondo nella staffetta 4×200 stile libero maschile formata dal vedelaghese Giammaria Roncato, Andrea Scotti, Francesco Piccinini, Mattia Tononi. Roncato tra i piazzamenti ha ottenuto anche 4 argenti nella 100 e nella 200 dorso, nella 4X100 stile libero e nella 4X100 mista e un bronzo nella staffetta 4x100 mista mista. Martina Villanova tra i piazzamenti ha ottenuto un bronzo nella 4X100 mista, Lorenzo Iannetti l’argento nella staffetta 4x100 stile libero, Eleonora Ostani una serie di quarti posti nelle staffette ed Anna Dobnik il quarto posto nella 4X100 stile libero.

I commenti

Spiega il sindaco, Adalberto Bordin: «Anno dopo anno, competizione dopo competizione, Sport life continua a confermarsi una realtà di punta a livello nazionale ed internazionale con atleti capaci di ottenere risultati sorprendenti. Risultati che riassumo il grande impegno da parte dei ragazzi, degli allenatori, del direttivo e dei numerosi volontari che si adoperano per dare a questi ragazzi la possibilità di esprimersi nello sport, ed il nuoto in particolare. Sport Life si conferma un esempio e ringrazio di cuore questi ragazzi che, coi loro successi, onorano la nostra Città, anche per questo un grazie sincero va a tutti i volontari e alla presidente di Sport Life Daniela Marcuzzo».

Aggiunge l’assessore allo Sport: «Un plauso a tutti gli atleti che hanno partecipato alla competizione dimostrando come la disabilità non sia un ostacolo ma, anzi, un punto di forza, specie in vasca, dove questi ragazzi riescono a dare il meglio di se stessi con risultati eccezionali. L’amministrazione non può che esserne felice e grata e rinnovare il sostegno ad un’associazione modello come Sport Life».

Daniela Marcuzzo, presidente di Sport Life, conclude: «Tutti questi risultati che ora riguardano il nuoto ma anche per tutte le attività di Sportlife sono merito di tutto l’impegno che mette la società a partire appunto delle famiglie, dagli allenatori dalla buona volontà e dalla costanza negli allenamenti da parte degli atleti e dal loro effervescente spirito agonistico. Nondimeno da fattore gruppo perché fra di loro si incitano l’uno con l’altro, si applaudono, si congratulano e questo rispecchia lo spirito del nostro progetto educativo basato sulla solidarietà e la condivisione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sport Life, gli atleti premiati in Turchia ricevuti dal sindaco di Montebelluna

TrevisoToday è in caricamento