rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Attualità

Montebelluna, variazione di bilancio per non spegnere i lampioni di notte

Il Comune è riuscito a trovare le risorse per: non spegnere i lampioni da luglio come previsto nel bilancio di previsione. Stanziati oltre 100mila euro per le manutenzioni varie e per confermare le borse di studio agli studenti meritevoli

Verifica degli equilibri di bilancio e la sesta variazione per la destinazione dell’avanzo: questi i due temi principali affrontati nel corso della Commissione bilancio svoltasi giovedì sera, 22 giugno, prima del passaggio in consiglio comunale.

Per quanto riguarda la parte in conto capitale si evidenziano maggiori spese per la realizzazione della mensa della scuola Papa Giovanni per 308.461 euro che si aggiungono ai 791.539 euro ottenuti come contributo Pnrr. Questo importo si aggiunge a quelli già previsti dalle due precedenti variazioni di bilancio e che riguardano l’integrazione di spesa per l’aumento dei costi delle materie prime per il restauro di Villa Pisani per 350mila euro e le due integrazioni relative ai contributi ottenuti dallo Stato per gli interventi di Villa pisani (340mila euro euro) e di Villa Pullin (143mila euro). Quindi dall’avanzo disponibile originario di 3 milioni rispetto al quale era già stato prelevato 1 milione di euro per co-finanziare le opere per le quali il Comune è risultato destinatario di contributi per l’edilizia scolastica, sono stati prelevati, oltre ai 450mila euro per il restauro di Villa Pisani, ulteriori 392mila euro necessari per coprire una serie di investimenti tra cui un’ulteriore integrazione per la mensa della scuola Papa Giovanni e per potenziare il sistema di video sorveglianza anche nella frazione di Mercato vecchio.

I commenti

Spiega il sindaco Adalberto Bordin: «Le novità più interessanti riguardano la parte corrente in quanto l’amministrazione è riuscita, di fatto, a trovare le risorse per una serie di importanti azioni: per non spegnere i lampioni da luglio come previsto prudenzialmente a bilancio di previsione, per finanziare con oltre 100mila euro le manutenzioni varie e per confermare le borse di studio rivolte agli studenti meritevoli attivate con la precendente amministrazione. L’intero impianto previsto dalla delibera sarà presentato nel prossimo consiglio comunale e sottoposto al parere dei consiglieri. Avevamo già annunciato che avremmo redatto un bilancio prudente come era corretto fare vista la delicatissima congiuntura economico-finanziaria che sta interessando tutti i Comuni e devo dire che siamo riusciti a far quadrare il tutto perciò ora possiamo scongiurare i tagli che avevamo prudenzialmente previsto ma che siamo riusciti a non a non attuare. Parliamo di un bilancio responsabile perché abbiamo voluto non trascurare sia l’aumento dei costi dell’energie e delle materie prime, che i numerosi contributi PNRR ottenuti per la rigenerazione urbana e la sicurezza delle scuole che, necessariamente intendiamo realizzare integrando i quadri economici perché i treni dei bandi passano una volta sola. Senza dubbio ha premiato questa gestione oculata e prudenziale che ora ci permette di continuare a garantire i servizi ai cittadini, tenendo comunque sotto controllo la spesa pubblica».

Conclude l’assessore al bilancio, Lucrezia Favaro: «Ricordo che lo scorso dicembre, in occasione del bilancio di previsione, si era previsto un aumento delle spese per il consumo di gas del 205%, e cioè un aumento dai 362.800 euro del 2022 ai 742mila euro del 2023. Similmente, la previsione della spesa per l’illuminazione e l’energia elettrica era stata per il 2022 di 938.000 euro e per il 2023 avevamo messo una previsione di 1.019.800 euro corrispondente ad un +10%. A fronte di queste previsioni, in via prudenziale avevamo ipotizzato la possibilità di spegnere a notte fonda l’illuminazione pubblica a partire dal 1° luglio. Con questa variazione di bilancio però possiamo definitivamente porre termine a questa possibilità perché prendiamo atto del contributo statale di 155mila euro che andiamo ora a stanziare e che, aggiunto alle somme che avevamo già avevamo già a bilancio, ci permette di coprire le spese per l’energia elettrica ed il gas e, in definitiva, di liberare risorse per 100mila euro. Risorse che utilizzeremo per la manutenzione ordinaria della viabilità e della pubblica illuminazione (71.200 euro), per l’acquisto beni per gestioni in economia delle manutenzioni ordinarie (15.800 euro) e per incrementare le risorse per la manutenzione ordinaria degli impianti tecnologici 16mila euro. A questo si aggiunge, come avevamo promesso, lo stanziamento delle risorse per le borse di studio agli studenti meritevoli per 12mila euro e per mantenere l’attuale orario di apertura della biblioteca comunale per 23mila euro».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montebelluna, variazione di bilancio per non spegnere i lampioni di notte

TrevisoToday è in caricamento