Vigneto al Mercato Vecchio, Favero: «Seguiremo la procedura d'asta»

Si tratta di un vigneto piantumato, con possibilità di edificare un annesso rustico di dimensioni contenute

Un bel tralcio d'uva

In merito alla proposta avanzata dal Gruppo consiliare L’Alternativa Giusta relativa all’acquisizione da parte del Comune del vigneto di proprietà privata presso Mercato Vecchio e messo in vendita recentemente, si precisa che si tratta di un vigneto piantumato, con possibilità di edificare un annesso rustico di dimensioni contenute e sul quale insistono resti archeologici importanti.

Spiega Marzio Favero: «La riflessione condotta dal Gruppo consigliare Alternativa Giusta merita attenzione perché il sito è importante sia dal punto di vista paesaggistico che archeologico. E’ il caso di seguire con attenzione l’evolversi della procedura d’asta. Purtroppo il Comune non può partecipare ad aste pubbliche e quanto al diritto di prelazione di solito è riservato ad edifici monumentali. Ma su questo mi riservo di fare un approfondimento nei prossimi giorni con la Soprintendenza perché la responsabile della Sezione Archeologica del Museo di Montebelluna, la dottoressa Emanuela Gilli, mi ha assicurato che i rinvenimenti sono di primario interesse e quindi sarebbe estremamente interessante riuscire ad assicurare al pubblico tale area».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Guida Michelin 2021: i ristoranti stellati nel trevigiano

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Metodo Bianchini: come perdere peso senza rinunce

  • Schianto tra camion, chiuso il tratto Portogruaro-San Stino della A4

Torna su
TrevisoToday è in caricamento