rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Attualità Montebelluna

Montello Fund rinnovato: sostegni a imprese e partite Iva

Sette sindaci, cinque istituti di credito e quattro Confidi uniti per il territorio. La durata massima del finanziamento sarà di 72 mesi di cui 24 di preammortamento e la garanzia di almeno il 50% a prima richiesta

Porta la firma di 13 soggetti il rinnovo del “Montello Fund”, siglato giovedì 2 dicembre presso il Comune di Montebelluna. Il “patto” stipulato tra amministrazioni comunali, associazioni di categoria, Confidi e istituti di credito punta a favorire l’accesso al credito e agevolare, in questa nuova tornata pandemica, la concessione di prestiti agevolati alle imprese e partite iva del territorio montelliano.

Tutte le amministrazioni si impegnano a versare ai vari Confidi un contributo che potrà produrre un volano di denaro garantito da rimettere nel circuito delle imprese del commercio, dei servizi, del terziario e dell’artigianato, ma anche dei professionisti che hanno bisogno di grande liquidità per poter proseguire nella propria attività e garantire la tenuta occupazionale. Le erogazioni potranno andare da un minimo di 10mila euro ad un massimo di 35mila, con un tasso realmente conveniente (fisso 0,70% annuo). La durata massima del finanziamento sarà di 72 mesi di cui 24 di preammortamento e la garanzia di almeno il 50% a prima richiesta. Azzerati i costi istruttori, le penali e le commissioni di erogazione. La documentazione richiesta è semplificata e i tempi per il rilascio non superano i 15 giorni. Il “fund” rappresenta un nuovo modello di finanza sociale che con la pandemia, fin dalla prima ondata, ha preso piede e si aggiunge ai provvedimenti governativi, in molti casi insufficienti a colmare i mancati incassi causati dalle chiusure imposte dall’emergenza epidemiologica. È il frutto della concertazione dell’Ipa e della proficua collaborazione tra tutte le associazioni di categoria (promotori dell’iniziativa Ascom-Confcommercio e Confartigianato, Cna e Casa Artigiani), amministrazioni (7 Comuni) e banche, che mette nuovamente  a regime, dopo il successo del precedente plafond, un nuovo sistema di aiuti, eliminando quanto più possibile la burocrazia, riducendo di tempi, e avvicinando sempre più le Istituzioni alle imprese, fortemente danneggiate dalla pandemia e di fronte ad un nuovo scenario di incertezze.

I firmatari

I sette Comuni coinvolti nel progetto sono: Montebelluna, Caerano San Marco, Crocetta del Montello, Giavera del Montello, Volpago del Montello, Trevignano e Nervesa della Battaglia. I quattro Confidi sono: Fidi Impresa & Turismo Veneto, Veneto Garanzie, Canova e Trevigianfidi.  Banca Prealpi San Biagio, Centro Marca Banca, Banca della Marca, Banca delle Terre Venete e Volksbank gli istituti di credito che hanno aderito al "Montello Fund". L’iniziativa nasce “dal territorio per il territorio” nella consapevolezza che ora sia necessario sostenere l’economia locale, per conservarne l’ossatura, le caratteristiche vitali e sostenere questa difficile ripartenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montello Fund rinnovato: sostegni a imprese e partite Iva

TrevisoToday è in caricamento