rotate-mobile
Attualità Crocetta del Montello

Montello diventa marchio d'area: «Nuovo slancio per attrarre turismo»

L’evento, voluto dai Comuni dell'IPA Montello-Piave-Sile, si terrà il 24 maggio alle 15 presso Villa Ancilotto con la partecipazione di Marilena Nardi della Direzione Turismo Ufficio Progetti Territoriali e Licia Salucci, project manager di Feratel Media Technologies

Alla luce dell’ottenimento del riconoscimento regionale, il tema del Destination Management System sarà al centro del quarto e ultimo incontro del "Patentino dell'ospitalità". L’adozione di questo sistema informatico permetterà all’offerta turistica del Montello di essere in rete con 85 Uffici IAT e una consistente rete di info-point dislocati nel territorio veneto. 

L’evento, voluto dai Comuni dell'IPA Montello-Piave-Sile, si terrà il 24 maggio alle 15 presso Villa Ancilotto, Via Erizzo 133, Crocetta del Montello con la partecipazione di Marilena Nardi della Direzione Turismo Ufficio Progetti Territoriali e Governance del Turismo e Licia Salucci, project manager di Feratel Media Technologies. Le iscrizioni per l'evento sono aperte sul sito https://montello.travel/patentino-ospitalita-2023 e consentono di partecipare sia in presenza che online. La Camera di Commercio di Treviso-Belluno supporterà in modo significativo il progetto. 

I commenti

«Come amministrazione abbiamo creduto ed investito fin dall’inizio nella promozione e valorizzazione del nostro territorio - spiega Laura Gazzola, consigliere delegato al turismo del Comune di Crocetta del Montello -. Con lo stesso intento non abbiamo esitato a mettere a disposizione per l’incontro le prestigiose sale di Villa Ancilotto, posta in posizione strategica rispetto ad altre mete turistiche e in direttrice verso le colline Unesco. Da sempre ha una vocazione culturale, essendo sede del Museo Civico “La Terra e l’Uomo” e della Biblioteca Comunale che periodicamente ospita numerose attività. A breve accoglierà anche l’info-point turistico inserito nella rete regionale. Ci auguriamo che tutti gli stakeholder dell’area montelliana possano cogliere fin da questi incontri formativi l’opportunità per promuovere al meglio le potenzialità del nostro territorio, così unico e prestigioso sotto molteplici aspetti: culturale, storico, naturalistico, paesaggistico, sportivo ed enogastronomico». 

«L'impiego del DMS ottimizzerà i processi organizzativi, migliorando l'efficienza del lavoro e faciliterà la comunicazione tra operatori turistici e responsabili delle destinazioni - conclude Christian Brugnaro, responsabile Confcommercio Treviso, Delegazione Montebelluna e Asolo -. Le aziende che collaboreranno con il Marchio d'Area potranno trovare spazio nel DMS e quindi moltiplicare la portata della propria promozione». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montello diventa marchio d'area: «Nuovo slancio per attrarre turismo»

TrevisoToday è in caricamento