menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Alberto Da Re ai remi (Foto tratta da Facebook)

Alberto Da Re ai remi (Foto tratta da Facebook)

Malattia incurabile, canottiere trevigiano muore a 55 anni

Cral Ospedalieri in lutto per la scomparsa improvvisa di Alberto Da Re. Imprenditore e padre di famiglia è mancato mercoledì 25 marzo dopo una lunga lotta contro la Sla

Il mondo del canottaggio trevigiano piange in queste ore la tragica e improvvisa scomparsa di Alberto Da Re, imprenditore nel settore dell’odontoiatria e canottiere del gruppo Cral Ospedalieri Treviso.

Come riportato da "Il Corriere del Veneto" Da  Re si era avvicinato fin da giovane al mondo del canottaggio, primeggiando a livello nazionale con varie società tra cui i Canottieri Sile e il circolo Canottaggio del Dopolavoro Ferroviario. Con il passare degli anni il lavoro e la vita privata lo avevano portato ad allontanarsi dalla passione per lo sport. Nel 2014 però era tornato a gareggiare come master vincendo diversi campionati italiani e il titolo mondiale a Bled e quello dell’Euromaster di Monaco. Negli ultimi anni la malattia lo aveva costretto al ritiro. Da diverso tempo Alberto Da Re cercava di vincere la sua battaglia contro un avversario terribile: la Sla. Mercoledì 25 marzo il suo cuore ha smesso di battere all'hospice Casa dei Gelsi dov'era ricoverato. La Federazione Italiana Canottaggio gli ha voluto dedicare un tributo fotografico sulla sua pagina Facebook. Commosso il ricordo del Cral Ospedalieri Treviso che lo ha ricordato con un video accompagnato da queste parole: «È stato un privilegio conoscerti, grande atleta e grande uomo. Riposa in pace».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Monastier, nuova tecnica 3D per gli interventi a spalla e ginocchio

  • Cronaca

    Coniglietto intrappolato nel camino: salvato dai pompieri

  • Eventi

    La lotta alla Mafia di Falcone e Borsellino raccontata da Pietro Grasso

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento