Asolo piange la contessa De Lord-Rinaldi: portò la Regina Madre nella Marca

Mariuccia De Lord-Rinaldi si è spenta all'età di 104 anni. Grande amica di Freya Stark era riuscita a portare ad Asolo, nel 1987, anche la Regina Madre d'Inghilterra

In foto: Mariuccia De Lord-Rinaldi con il marito (Foto tratta dal site de "Il Galero")

Asolo in lutto per la scomparsa, a 104 anni d'età, della contessa Mariuccia De Lord-Rinaldi simbolo e icona di classe ed eleganza nel piccolo borgo trevigiano. La famiglia Rinaldi, di origini germaniche, è arrivata nella Marca addirittura nel Duecento al seguito dell’imperatore Federico Barbarossa. All'epoca diventarono molto conosciuti come grandi proprietari terrieri e di dimore storiche a Treviso, Venezia e territori limitrofi.

Nel 1800 una parte della famiglia si stabilisce nella bellissima villa Rinaldi a Casella d’Asolo. E' in questi anni che la figlia dell’ultimo erede del ramo della famiglia Rinaldi sposa un De Lord di origini francesi e le due famiglie, da quel momento, restano congiunte. Negli anni prima della Seconda Guerra Mondiale Mariuccia Carosio, la figlia di un pioniere italiano emigrato in Argentina e fondatore dell’Italcable, incontra durante una vacanza a Cortina il suo futuro marito Rinaldo De Lord Rinaldi. Mariuccia Carosio sposa Rinaldo De Lord Rinaldi nel 1940 e decide che la loro dimora sarà quella villa dalla quale è stata attratta ed innamorata fin da subito, allora non abitata, che porta il nome del cappello cardinalizio “Il Galero”, situata proprio sotto la Rocca di Asolo. Con grande amore, buon gusto e dedizione valorizza ancora di più i suoi spazi, i suoi giardini ed il parco tutto intorno creando un’oasi di raffinata bellezza dove fa crescere i suoi 3 figli, Amedeo, Giovanni e Cristina e dove riceve sempre una grande quantità di ospiti e personaggi illustri del mondo della musica, dell’arte e del teatro che amano trascorrere dei periodi nella magica cittadina di Asolo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Negli anni ‘70 e ‘80 nascono i nipoti di Rinaldo e Mariuccia: Alessia, Delfina, Massimo, Geraldine e Bianca e la famiglia aumenta. Il 1987 è una data storica perché la contessa riesce a portare ad Asolo la Regina Madre d'Inghilterra. Mariuccia diventa centenaria e bisnonna e ama passare il suo tempo con tutte le generazioni della sua famiglia. Oggi sono Cristina con le sue due figlie Alessia e Delfina che decidono di aprire le porte della loro amata villa nell'ospitalità di un pubblico sensibile capace di cogliere l’esclusività di uno stile raffinato e di vivere le piacevoli emozioni che offre l’unicità di questo incantevole posto dove la contessa Mariuccia sarà sepolta per riposare per sempre nella sua amata Asolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale nella notte, muore allenatore del Ponzano amatori

  • Mister Italia 2020, un 27enne di Mogliano vince la fascia di Mister Fitness

  • Rimorchio si rovescia in strada, persi quasi 40 quintali di uva

  • Oliviero Toscani: «Chi vota Zaia forse è ubriaco, anche i veneti diventeranno civili»

  • Tragedia di Merlengo, il 26enne aveva bevuto: indagato per omicidio stradale

  • Distributore di bevande trovato morto nel suo camion

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento