rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Attualità Vittorio Veneto

«Un altro morto a causa del vaccino»: Ulss pronta a denunciare l'autore del post fake

Nel mirino un post della pagina Facebook "Vittorio Veneto nel cuore" nel quale era stata veicolata, senza alcuna prova, la notizia di una morte legata all'ultima campagna vaccinale

«Anche a Vittorio Veneto altra vittima da vaccino, sana e forte, non anziana e deceduta dopo l'iniezione». Questo il post, apparso nella giornata di giovedì all'interno della pagina Facebook "Vittorio Veneto nel cuore", che nelle ultime ore ha scatenato una incredibile sequela di polemiche, tanto che sul caso stanno ora indagando sia il Comune di Vittorio Veneto che l'Ulss 2, entrambi pronti a denunciare l'amministratore della pagina per aver veicolato una notizia tendenziosa e senza alcuna prova a sostegno della propria tesi. Un post, dunque, dall'apparente innocuità che ha però causato in pochissimo tempo anche molteplici defezioni nelle liste di chi avrebbe diritto al vaccino ma che ora, invece, ha paura dei possibili effetti nefasti dello stesso. Per tutelare il lavoro dei medici dell'azienda sanitaria trevigiana, però, il Comune e l'Ulss hanno deciso di aprire un'indagine al fine di risalire all'autore del post che, probabilmente, verrà poi denunciato per diffamazione e procurato allarme.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Un altro morto a causa del vaccino»: Ulss pronta a denunciare l'autore del post fake

TrevisoToday è in caricamento