Cambio della guardia in Giunta a Motta, lascia Chiara Abbiatici

A spingere alla rinuncia sono state le difficoltà a conciliare il lavoro con l'attività amministrativa. Farà il suo ingresso nella giunta Comunale la consigliera Francesca Breda

Chiara Abbiatici e il sindaco Righi

Sono state formalizzate ieri da Chiara Abbiatici le dimissioni dalla carica di assessore del Comune di Motta di Livenza. I motivi di questa rinuncia, come ha sottolineato Abbiatici, sono esclusivamente di natura lavorativa. «Le mie motivazioni sono soprattutto legate alla sempre maggiore difficoltà da me riscontrata di coniugare un incarico pubblico di grande responsabilità quotidiana con l’impegno lavorativo personale -ha spiegato- che negli ultimi mesi è aumentato notevolmente grazie ad un percorso di crescita professionale che mi è stato proposto e che ho accettato. Aggiungo poi che l’incarico prestigioso conferitomi ha avuto, come sono abituata a fare nelle esperienze di vita che affronto, la priorità assoluta sulla mia vita personale e familiare così com’é corretto fare quando si ricopre una carica pubblica di questa importanza, ma purtroppo i crescenti impegni lavorativi non mi consentono più di svolgere questo ruolo con la concentrazione, la passione, l’energia e la forte motivazione che lo stesso richiede. Ritengo che sia giusto e doveroso fare un passo indietro anche nel rispetto dei cittadini e per favorire l’ingresso nella giunta di chi può avere più tempo di me per realizzare al meglio l’interesse della comunità e a cui metto a disposizione la mia modesta esperienza per aiutarlo nella sua futura attività amministrativa».

«Un enorme ringraziamento al grande lavoro svolto dall’Assessore Abbiatici che in questo breve ma intenso biennio ci ha fatto apprezzare il suo impegno, la sua caparbietà e la sua competenza a sostegno della nostra Comunità -ringrazia il sindaco, Alessandro Righi-Chiara è un tassello importante del nostro gruppo, diventato ormai una seconda famiglia. Sono sicuro che nonostante gli impegni lavorativi e familiari, che giustamente hanno la priorità, anche nel nuovo ruolo riuscirà a trasmettere positività e trainare il gruppo come sempre ha fatto».

Abbiatici proseguirà la sua esperienza come consigliere con delega alle politiche giovanili e alle politiche per la famiglia. Farà il suo ingresso nella giunta Comunale la consigliera Francesca Breda. «Dopo attente valutazioni abbiamo deciso di premiare la competenza e la grande disponibilità che Francesca ha dimostrato in questi due anni in cui è diventata parte attiva e propositiva del nostro gruppo. Un’altra persona che oltre alla testa ci mette le gambe, requisito fondamentale nella mia giunta»: confessa Righi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Contestualmente alle dimissioni dal ruolo di assessore di Chiara Abbiatici e all’ingresso in giunta di Francesca Breda il Sindaco ha deciso anche di ridistribuire le deleghe tra gli assessori. «Un modo per ottimizzare il nostro gioco di squadra dopo due anni di rodaggio -spiega il primo cittadino- Francesca Breda neo assessore si occuperà di Cultura e biblioteca, Identità Veneta, Sport e associazionismo sportivo e giovanile oltre che della promozione dell’attività fisica per il benessere e la salute. Ilario Daneluzzi si occuperà, oltre alle attuali deleghe di turismo, politiche per lo sviluppo economico, politiche per il centro storico, rapporti con le associazioni ed il volontariato, anche di Protezione Civile. Ellen Visintin oltre alle attuali deleghe di Manutenzione degli edifici pubblici e del territorio, mobilità, traffico, trasporti, sosta e parcheggi, semplificazione delle procedure amministrative, si occuperà di servizi per l'infanzia e istruzione. Ercole Girotto continuerà ad occuparsi di Servizi sociali, ambiente e agricoltura». Il sindaco Alessandro Righi che oltre a continuare a seguire i  lavori pubblici, la sicurezza e polizia locale, le politiche del territorio e sviluppo urbano sostenibile, il personale, il risparmio energetico, i rapporti con università e la ricerca finanziamenti extracomunali, si occuperà anche del Bilancio Comunale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion con mucche e tori si rovescia, caos sulla bretella

  • Adriano Panatta sposa a 70 anni l'avvocato trevigiano Anna Bonamigo

  • Omicidio di Willy, l'autore del post razzista è uno studente trevigiano

  • Elezioni in Veneto: guida al voto per Referendum, Regionali e Amministrative

  • Covid-19, in quarantena una classe del Leonardo da Vinci e una della materna di Cimadolmo

  • Truccavano gli esami di guida, autoscuola trevigiana nella bufera

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento