Attualità

Ogni giorno torna a casa del padrone morto da due anni, la storia di Jerry

La commovente vicenda a Lorenzaga di Motta di Livenza. L'ex proprietario, Bruno, ammalato da tempo, era stato ricoverato due anni in ospedale e da qui non farà più ritorno. Il cagnolino è stato adottato dai vicini di casa ma non ha mai dimenticato chi per tanti anni lo ha amato e accudito

Il cane Jerry di Lorenzaga

Da oltre due anni, da quando il suo proprietario, Bruno, è mancato a causa di una lunga malattia, il suo cagnolino Jerry, nel frattempo adottato dai vicini di casa, torna ogni giorno a cercarlo, nella casa colonica in cui vivevano insieme. Un rituale quotidiano che accade a Lorenzaga, una frazione di Motta di Livenza, nella zona dei Largoni. A raccontare la vicenda è un residente della zona che ha paragonato la vicenda a quella raccontata dal film Hachiko del 2009, pellicola interpretata da Richard Gere e ispirata da una storia vera.

191344050_1764534927086908_1440214339074142560_n-3

«Bruno è ammalato da tempo e un giorno di due anni fa viene ricoverato in ospedale da dove non farà più ritorno -scrive Carlo Verardo sulla sua pagina Facebook- L’abbattimento e lo sconforto di Jerry li si può solo immaginare. Gira per giorni e giorni nella casa ormai vuota, attendendo il padrone che non arriverà. Franco e Giannina, una famiglia che abita poco distante, se ne accorge e decide di portarlo a casa. Lo nutrono e se ne prendono cura. Dall’inizio di febbraio 2019, da quando Bruno se n’è andato, tutte le mattine Jerry si reca nella sua ormai ex dimora, il luogo in cui viveva e stabilito con Bruno un legame d’affetto molto forte. Annusa, passa e ripassa per le stanze nella speranza di veder riapparire il suo padrone. Poi con la tristezza negli occhi – quella che ha ancor oggi – torna lentamente da Franco e Giannina, la sua famiglia adottiva. Renato, il fratello più giovane di Bruno, spesso va a dare un’occhiata all’abitazione rimasta senza nessuno. Jerry conosce bene Renato, perfino il rumore della sua auto quando arriva da lontano lungo la stradina di sassi, precedendolo nel cortile della sua ex casa. Il venerdì di ogni settimana Renato, che collabora nell’azienda di famiglia, accede all’agriturismo passando proprio davanti all’abitazione di Bruno. Solo quel giorno, solo il venerdì Jerry (chissà come farà a sapere che è venerdì) lo attende non nel cortile della sua ex casa, ma direttamente presso l’agriturismo, che dista centinaia di metri dall’abitazione di Bruno, che non ha più rivisto. Dopo dieci anni Jerry ormai è vecchio, il tempo scorre, ma ogni mattina continua a recarsi nella casa del suo padrone. Ha lo sguardo triste Jerry, anche quando ritorna lentamente da solo alla casa di Franco e Giannina».

WhatsApp Image 2021-05-29 at 09.27.47-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ogni giorno torna a casa del padrone morto da due anni, la storia di Jerry

TrevisoToday è in caricamento