Motta di Livenza, chiesto al Ministero un contributo per la struttura della bocciofila

L'intervento permetterà di ricavare una nuova palestra con tutti gli standard CONI completa di spogliatoi, infermeria e magazzini e molteplici stanze polifunzionali

Il sindaco Righi

«Dopo una intensa nottata venerdì abbiamo inviato ufficialmente al Ministero dello Sport una richiesta di contributo molto importante per Motta di Livenza. Il progetto prevede il completamento della struttura polivalente che attualmente ospita la Bocciofila. Un intervento che permetterà di ricavare una nuova palestra con tutti gli standard CONI completa di spogliatoi, infermeria e magazzini e molteplici stanze polifunzionali che ospiteranno varie attività sportive e sociali. L'intervento costerà 1.470.000 € circa di cui, se i numeri ci daranno ragione, 700 mila euro finanziati dal bando Sport e Periferie» ha comunicato il sindaco Righi.

La struttura verrà realizzata nel segno della sostenibilità ambientale e del risparmio energetico. L’edificio sarà classificato come NZEB, ovvero a consumo energetico quasi zero, con classe energetica A4 ovvero la classe energetica da normativa vigente più performante. L’impianto termico a pompa di calore utilizzerà l’energia rinnovabile prodotta dall’impianto fotovoltaico che verrà installato in copertura. Verrà inoltre installato un impianto di ventilazione meccanica che assicurerà un continuo ricambio d’aria ed efficienza del sistema di filtrazione. La distribuzione dei locali garantisce una flessibilità di utilizzo di più spazi anche contestualmente. Questo permetterà un utilizzo prolungato e costante durante tutto l’arco della giornata e dell’anno. I costi di gestione dell’edificio saranno molto bassi in quanto la struttura rispetta i più moderni canoni di efficienza energetica e gestionale.

Una nuova struttura che arricchirebbe ancora di più la dotazione di impianti sportivi della città. Il distretto sportivo Mottense comprende ad oggi a pochi metri di distanza il palazzetto dello sport dotato di due palestre, il campo da beach volley, piattaforma esterna con campo da basket, lo stadio Comunale dotato di pista di atletica, un campo da calcio in erba e due campi in sintetico, la piscina Comunale con piscina coperta e, di prossima realizzazione, anche scoperta, gli impianti Comunali per il tennis dotati di cinque campi coperti e scoperti di varia tipologia, la pista di pattinaggio coperta, la Bocciofila Comunale con quattro campi regolamentari, la palestra della scuola secondaria di secondo grado dove entro l’anno 2020 verrà realizzata una palestra di roccia indoor pubblica che servirà un ampio bacino di fruitori provenienti dalle province di Treviso, Venezia, Pordenone e Belluno.

«Mottà è una città a vocazione sportiva. Una città sempre più attraente e unica. Una occasione unica per la città e che, con grandi sforzi umani, abbiamo voluto assolutamente non farci scappare. Come sempre rimaniamo in attesa fiduciosi» conclude fiducioso il sindaco. Motta di Livenza infatti non è nuova a questo tipo di partecipazioni. Negli ultimi due anni il Comune ha infatti vinto più di 20 bandi sia a livello Provinciale, Regionale, Nazionale ed Europeo per un totale di quasi 6 milioni di euro di contributi sui 9 milioni totali di opere in cantiere pari a circa il 65%. Una cifra sempre più importante per la città Liventina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ressa per le scarpe Lidl corsa all'acquisto: esaurite anche a Treviso

  • Cocaina e marijuana in casa, brigadiere dei carabinieri in manette

  • Covid, Zaia: «I dati in Veneto sono buoni, non meritiamo la zona arancione»

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Pooh, nuovo disco dopo la morte di D'Orazio: «Le canzoni della nostra storia»

  • Non pagano l'affitto, i proprietari cambiano la serratura e li chiudono fuori

Torna su
TrevisoToday è in caricamento