Attualità

Legge Zan e giornata Lgbt: tensione in consiglio, Silvestri medita il ritiro. L'evento viene annullato

Nei giorni scorsi la mozione presentata dalla Lega e respinta dal sindaco. Dura la reazione dell'opposizione: in queste ore l'annullamento ufficialmente per maltempo della manifestazione arcobaleno

Flash mob contro legge Zan di San Zenone

Dalla mozione sulla legge Zan all'evento Lgbt sono giorni caldi per l'amministrazione comunale di San Zenone degli Ezzelini. 

La mozione

A far discutere nei giorni scorsi prima di tutto la politica cittadina la mozione a sostegno della posizione della CEI sulla legge contro le discriminazioni presentata nel consiglio comunale di giovedì dal capogruppo della lista Lega Nord - Liga Veneta Alain Tommasi e dal consigliere comunale lista Lega Nord - Liga Veneta Ever Gheno, già referente di zona per Pro Vita e Famiglia. La mozione è stata condivisa anche dai consiglieri di minoranza di Lista Civica tra cui il consigliere Pietro Pellizzari e l'ex candidato sindaco Fiorenzo Silvestri, che, al termine della discussione in cui la stessa è stata respinta dal sindaco e dai consiglieri di maggioranza, si è lasciato andare anche a un «viene voglia di mollare tutto». Silvestri ha spiegato le ragioni del suo disappunto: «E' una questione prima di tutto civile perchè tutto è fondato sulla famiglia e la legge Zan oggi, dovesse passare, rinnegherebbe l'essere umano, la sua storia, la sua arte, il suo essere e le sue libertà. Una discriminazione al contrario, una discriminazione contro la legge naturale e soprattutto un rinnegamento dei principi della fede cristiana, in particolare cattolica, che molti membri della maggioranza dicono di professare. Ecco: è proprio forse questa dilagante ipocrisia della società di oggi - aggiunge Silvestri - che dispiace: viene voglia di abbandonare». Una posizione che incontra invece il parere contrario del sindaco, convinto nella battaglia contro le cosiddette "discriminazioni Lgbt" sostenute dalla proposta Zan.

L'evento annullato

La mozione, destino vuole, è stata discussa nei giorni immediatamente precedenti ad un evento sempre "sul tema" che ha nuovamente visto contrapporsi le varie anime del comune: Pink Nic, giornata Lgbt che inizialmente era prevista a villa Albrizzi Marini per sabato 29 agosto. Notizia di queste ore: la manifestazione è stata annullata ufficialmente per maltempo ma secondo alcuni rumors la decisione finale è stata presa dai padri Armeni, proprietari dell'immobile, che pare non avessero mai concesso l'autorizzazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Legge Zan e giornata Lgbt: tensione in consiglio, Silvestri medita il ritiro. L'evento viene annullato

TrevisoToday è in caricamento