Venerdì, 19 Luglio 2024
Attualità

Il Muretto di Jesolo chiude, le chiavi tornano alla proprietà

Il tribunale ha accolto la richiesta dei proprietari. Cancellato l'evento di sabato 30 aprile. Il gestore Tito Pinton: «Rischio di perderlo per sempre, me lo vogliono togliere nel momento in cui sono in difficoltà»

Il Muretto resta chiuso. La proprietà dello storico locale, come riportano i quotidiani locali, ha chiesto e ottenuto la risoluzione dell’affitto e la restituzione del locale da parte della società di gestione P2 srl, dichiarata fallita.

Il tribunale la scorsa settimana aveva affidato ad un curatore l’esercizio provvisorio con la possibilità di tenere aperto per due serate, quella di domenica scorsa e quella di oggi. Con la recessione immediata del contratto, però, la seconda data è stata annullata. «La direzione del locale - si legge in un post pubblicato ieri sui social del Muretto - annuncia con rammarico che la data dello show in programma il 30 aprile sarà annullata. I clienti che hanno acquistato la prevendita online potranno richiedere il rimborso». Cancellata la festa dei 50 anni del patron Tito Pinton in programma sabato sera con dj set di Loco Dice e soprattutto si chiude un'era, fatta di migliaia e migliaia di ragazzi provenienti da tutta Italia (e anche da fuori) che negli ultimi vent'anni hanno ballato al "mitico" Muretto sotto la gestione di Pinton. La P2 comunque ha ancora 30 giorni di tempo per presentare reclamo contro la sentenza di fallimento, mentre dal lato opposto la proprietà avrebbe l'intenzione di riaprire la discoteca con una nuova gestione. Pinton ha fatto notare che la possibilità di fare altre serate avrebbe permesso alla società di fare utili e appianare i debiti. Il curatore, comunque, chiederà alla società proprietaria di pagare un risarcimento per la serata saltata.

Il commento

«Le tantissime persone che mi sono vicine - ha scritto Pinton nelle ore scorse - si aspettano che io dica o scriva qualcosa sulla vicenda del Muretto. Chi mi conosce veramente sa che non ho mai fatto il mio lavoro per il vil denaro, l'ho sempre fatto con amore, passione e dedizione. Di sicuro Il Muretto è la creatura a cui ho dedicato piu tempo. Ho potuto farlo tramite l'opportunità che ho avuto da chi me l'ha dato in affitto nel momento in cui era in difficoltà e oggi rischio di perderlo per sempre grazie a chi, per diversi motivi, me lo vuole togliere nel momento in cui sono io in difficoltà. Sabato 30 aprile non festeggerò il mio 50esimo compleanno e chiedo scusa a chi aveva comprato il ticket. Lo farò il 3 maggio, la data precisa del mio compleanno».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Muretto di Jesolo chiude, le chiavi tornano alla proprietà
TrevisoToday è in caricamento