Museo Antonio Canova: raccolta fondi per eliminare le barriere architettoniche

Presentato il nuovo progetto della Fondazione Canova di Possagno. Un invito a tutti gli amanti dell'arte per costruire uno spazio aperto a tutti, aiutando chi è più in difficoltà

"Un museo senza barriere - porte aperte, occhi aperti, mente aperta" è la campagna promossa dalla Fondazione Canova di Possagno per rendere il Museo più accessibile, più inclusivo e aperto a diverse comunità.

Con questa campagna realizzata sulla piattaforma "Rete del dono" la fondazione vuole non solo garantire a qualunque visitatore pari condizioni di accessibilità, ma piuttosto ripensare la tradizionale visita al museo come esperienza inclusiva, di partecipazione e piena adesione alle diverse attività proposte, garantendo un'ottimale qualità di visita per tutti. In concreto la fondazione intende: abbattere le principali barriere architettoniche oggi esistenti; creare all'interno del museo un'area dove i visitatori più piccoli possano sperimentare liberamente i materiali utilizzati da Canova per sviluppare la loro creatività, un luogo dove la parola d'ordine sia "devi toccare"; garantire il benessere dei visitatori ipovedenti per accompagnarli in un'esperienza di visita che risponda al meglio alle loro esigenze con la creazione di percorsi tattili e didascalie in braille. Ognuno può aiutare la fondazione a diffondere l'amore per l'arte di Antonio Canova, contribuendo a renderla accessibile ad un numero sempre maggiore di persone! E' possibile scegliere liberamente l'importo della donazione. La Fondazione ci tiene a ringraziare tutti i donatori con dei riconoscimenti molto speciali:

Donazione Amorino: se doni 25 euro o più e il tuo amore per Canova è un sentimento nascente, la Fondazione ti invita al Museo e ti regala un primo ingresso gratuito insieme ad una visita guidata che potrai fare il sabato e la domenica alle 11 e alle 15. Tutti potranno inoltre leggere, se lo vorrai, il tuo nome, nell'area dedicata sul nostro sito web ai sostenitori della campagna.
Donazione Dedalo: se doni  50 euro o più e vuoi far avvicinare a Canova una persona a te cara, riceverai in dono due biglietti omaggio con visita guidata il sabato e la domenica alle 11 e alle 15. Tutti potranno leggere, se lo vorrai, il vostro nome, nell'area dedicata sul nostro sito web ai sostenitori della campagna.
Donazione Napoleone: se, come Napoleone, vuoi diventare un grande ambasciatore dell'arte canoviana, con una donazione superiore ai 100 euro riceverai in dono la member-card annuale del Museo, con la quale avrai ingressi illimitati e acceso ad eventi esclusivi nel corso dell'anno. Tutti potranno leggere, se lo vorrai, il tuo nome, nell'area dedicata sul nostro sito web ai sostenitori della campagna.
Donazione Amore e Psiche: se doni più di 300 euro e vuoi condividere il tuo amore per Canova con chi ami, la Fondazione sarà felice di invitarti ad una visita notturna a lume di lanterna con cena in Gypsotheca per 2 persone (la cena si tiene ogni primo sabato del mese). Tutti potranno leggere, se lo vorrai, il tuo nome o quello di entrambi nell'area dedicata sul nostro sito web ai sostenitori della campagna. Inoltre riceverai una lettera di ringraziamento personale firmata dal direttore del Museo Mario Guderzo e dal presidente di Fondazione Canova Vittorio Sgarbi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per maggiori informazioni sulla campagna, sulle visite guidate e visite notturne, potete scrivere a comunicazione@museocanova.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus nella Marca: ecco la mappa del contagio comune per comune

  • Coronavirus: ancora in aumento il numero dei contagi nella Marca

  • «Prima smaltite ferie e permessi». Negata la cassa integrazione al Solnidò di Villorba

  • Macabro ritrovamento in serata: scoperto un cadavere vicino al Melma

  • Cronotachigrafo "truccato" e mezzo sovraccarico: camionista stangato

  • Scopre agricoltore che sversa liquami nel fosso: viene preso a martellate

Torna su
TrevisoToday è in caricamento