menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Treviso si affida ai nonni vigile per aprire e chiudere i parchi cittadini

Lunedì 1 ottobre la giunta comunale ha approvato in via sperimentale il progetto promosso dell’associazione Comuni della Marca Trevigiana. Un importante incarico per i nonni-vigile

TREVISO Lunedì 1 ottobre la Giunta comunale di Treviso ha approvato il progetto “Vigilanza e sorveglianza degli alunni presso gli edifici scolastici ed in servizi di utilità sociale discontinui o con orari limitati in altri edifici ed aree pubbliche”, promosso dall’associazione Comuni della Marca Trevigiana. 

L'iniziativa prevede l’impiego, già per l’anno scolastico in corso, di persone anziane con la funzione di “nonno-vigile” per agevolare l’attraversamento pedonale di bambini e studenti e, da quest’anno (in via sperimentale), per l’apertura e la chiusura di tre parchi cittadini. Le persone impegnate nel servizio dovranno avere un’età compresa fra i 55 e i 75 anni ed essere idonee dal punto di vista fisico ed emozionale. I “nonni-vigile” saranno gestiti, dal punto di vista operativo, dal Comando di Polizia Locale, che si occuperà pure della selezione e della formazione. Gli stessi dovranno segnalare eventuali problematiche riscontrate. Gli istituti che usufruiranno del servizio sono 17 in tutto il territorio comunale, di cui 15 scuole elementari e due medie. L’obbiettivo di questo progetto è quello di migliorare le relazioni intergenerazionali in attività di utilità e promozione sociale della comunità, accrescere la sensazione di sicurezza e la vivibilità dell’ambiente urbano e, infine, affermare la cultura della legalità e del rispetto del bene pubblico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento