Nonno Andrea riapre dopo l'incendio: «Grazie a tutti per l'aiuto»

Venerdì 29 novembre lo spaccio aziendale di Villorba tornerà ad aprire i battenti a dopo una settimana esatta dal terribile rogo che ha devastato gran parte del punto vendita

Il rogo che ha devastato Nonno Andrea

E' passata soltanto una settimana dal terribile rogo che ha mandato in cenere lo spaccio dell'azienda agricola Nonno Andrea in via Campagnole a Villorba. I titolari dell'azienda però non si sono persi d'animo e, grazie a una grande catena di solidarietà che si è mobilitata in settimana, sono riusciti ad annunciare una prima parziale riapertura per venerdì 29 novembre.

Non sarà una festa vera e propria perché gran parte dell'azienda è ancora inagibile a causa del rogo ma i titolari hanno voluto comunque organizzare un piccolo brindisi simbolico per le ore 11 dove festeggeranno la parziale riapertura, indispensabile visto l'avvicinarsi delle vacanze natalizie. L'area vendite è stata trasferita sotto a una struttura temporanea dove lo spaccio agricolo potrà riprendere con calma le sue attività. Un intervento provvidenziale che salverà diversi posti di lavoro. Per i grandi lavori di sistemazione e ritorno alla normalità bisognerà aspettare l'inizio del 2020 ma nel frattempo i titolari si augurano che per il mese di dicembre i clienti continuino a scegliere e a sostenere lo spaccio in difficoltà. In attesa della riapertura, su Facebook i titolari hanno voluto dedicare un post di ringraziamento a tutte le persone che in questi giorni sono arrivate in via Campagnole per dare una mano. Tra questi anche i ragazzi della onlus Arep di Villorba, associazione privata a scopo rieducativo che segue da vicino le persone affette da disabilità. «Non ce la facciamo più a stare senza di voi» hanno scritto commossi i titolari di Nonno Andrea. E' anche grazie a loro che lo spaccio potrà ripartire da domani.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Coronavirus, nuovo aumento di casi in Veneto, Zaia: «Sono preoccupato»

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento