"Note nascoste", arte e musica nella Treviso incantata

Il 21 giugno Treviso celebrerà fra concerti e suggestive visite guidate, la Festa della Musica, evento di portata internazionale. Svelato il programma ufficiale, molte iniziative collaterali

Foto di Clara Galanti

Ancora una volta Treviso aderisce alla Festa della Musica che dal 1985 il 21 giugno marca l'inizio dell'estate in Europa, all’insegna delle sette note in tutte le possibili combinazioni e lo fa in un modo del tutto nuovo. 

Debutta così l’evento “Note Nascoste”: due parole che rappresentano l’essenza della Festa promossa dall’Amministrazione comunale con l’Associazione di Promozione Sociale Musincantus. Un’esplosione sonora, con un’infinità di stili e di generi, che vedrà protagonisti tutte le associazioni e istituzioni che hanno aderito all’iniziativa e che andrà in scena dalla mattina alla sera del 21 giugno nei luoghi “nascosti” più belli di Treviso, tra giardini segreti e sale monumentali di palazzi storici. Venerdì 21 si potranno così visitare alcuni giardini privati, autentici gioielli di botanica che vengono aperti appositamente per l’occasione dai proprietari delle abitazioni, oltre che tesori preziosi come il salone Nobile di Ca’ Spineda, sede di Fondazione Cassamarca, o il chiostro del convento di Santa Maria Maggiore. In un connubio di arte e musica, questi luoghi saranno impreziositi dalle note musicali di grandi professionisti e talenti emergenti del territorio. La Festa della Musica si esprimerà anche attraverso l’esibizione artistica in luoghi inusuali: grazie ad un accordo con Trenitalia, verrà animata la stazione dei treni, oltre che alcuni dei luoghi più iconici come l’Isola della Pescheria e via delle Canoniche, che si vestiranno a festa, naturale colonna sonora della città. Grazie alla collaborazione con l'azienda Fabbian tutti i luoghi coinvolti nella giornata saranno identificati da una lampada di design contrassegnata con il logo ufficiale della Festa della Musica. Assecondando quelli che sono i principi della carta di Budapest con cui è stata fondata la manifestazione (alla quale hanno aderito 700 città italiane) tra i quali la multidisciplinarità e la libera partecipazione volontaria dei vari gruppi/ensemble musicali nelle location che prediligono spazi aperti o generalmente chiusi al pubblico, Musincantus e Comune di Treviso hanno effettuato un lavoro di tematizzazione ed organizzazione degli eventi in modo che l’ascoltatore sia guidato in un percorso emotivo sia uditivo che visivo. «La musica impreziosisce la vita di tutti noi, ci accompagna in ogni momento della nostra vita veicolando emozioni uniche, e per questo credo che debba permeare ogni luogo», dichiara l’assessore ai Beni Culturali e Turismo della Città di Treviso, Lavinia Colonna Preti. «Per questo abbiamo deciso di onorare la Giornata della Musica con un grande evento corale che coinvolgesse non solo grandi artisti, ma permettesse altresì di promuovere Treviso in chiave turistica, valorizzando anche luoghi, dove normalmente la musica non arriva, che proprio grazie alle note dei nostri talenti possono diventare ancora più suggestivi» commenta il direttore artistico di Musincantus, Edoardo Bottacin.

Conferenza Musica Teatro Comunale-2

IL PROGRAMMA

Due i luoghi in cui si alterneranno realtà musicali cittadine ed extra territoriali: dalle 9.30 alle 16.30 la Stazione F.S. di Treviso Centrale ospiterà con Note Moderne l’esibizione delle band cittadine in collaborazione con il Progetto Giovani, mentre la Loggia dei Cavalieri dalle 9.30 alle 19.00 vedrà la partecipazione con Una scuola di note dell’Associazione musicale Francesco Manzato, Scuola Suzuki del Veneto – Treviso, Quera Ensemble, Fiamma Velo, Collegio Vescovile Pio X Isola della Musica, Rainbow ensemble FraieAli, Jacopo Croci. Dalle 15 alle 18 il Giardino della Brat a Palazzo Rinaldi ospiterà La musica è un gioco da bambini, laboratori musicali di ascolto e ritmici per bambini dai 5 agli 11 anni, a cura dei docenti del coordinamento pedagogico Siem. Dalle 16 alle 18.15 il Chiostro del convento di Santa Maria Maggiore vedrà protagonisti gli studenti del conservatorio di musica Benedetto Marcello di Venezia con Il romanticismo brahmsiano. Alle 17 la sala conferenze dell’oratorio #31 centro, ospiterà la presentazione del libro di e con Dora Liguori: Caro Gesualdo, principe di Venosa, principe dei Musici.

LA TREVISO INCANTATA

Dalle 18.30 alle 20 avrà luogo un tour guidato (su prenotazione tramite mail a cerimoniale@musincantus.it) tra i giardini privati, le bellezze ed i luoghi nascosti della città di Treviso (fino un massimo di 25 persone). In ogni location sarà presente un gruppo musicale che eseguirà musica in tema con l’ambiente circostante. Grazie alla collaborazione con la dottoressa Flaminia Palminteri, Margherita Antonello e l’associazione Guide di Marca verranno fornite informazioni botanico/paesaggistiche e storico-culturali dei luoghi, in modo da poter apprezzare maggiormente la bellezza di questi preziosi “luoghi nascosti”. Il Tour si sviluppa in sei tappe: Giardino di Palazzo Riccati dove si esibirà il Duo Consonanza, musica per arpa e viola di Sonia Dainese ed Enrica Benedetelli; Sala d’Armi di Porta S. Quaranta che vedrà come protagonisti il Coro comunale di Carbonera Vox Nova; Giardino di Palazzo Feneri dove si esibiranno Michelangelo Ghedin al sax e Teresa Gasparini alla chitarra; Giardino di Casa Fondaco con il trio composto da Erica da Val alla chitarra, Giulia Michieletto al flauto e Maddalena Cattapan alla Viola; Chiesa di S. Gaetano con la performance di Edoardo Bottacin all’organo (che vedrà l’apertura straordinaria del museo fino alle ore 22.00 con la possibilità di effettuare visite guidate). Il tour si concluderà negli spazi del Salone nobile di Ca’Spineda con il duo composto da Eleonora Zanne al violino  e Filippo Lion con la viola da gamba. Al termine del tour, grazie alla collaborazione con le Cantine Maschio e al Bar Teatro Dolfin, verrà offerto ai partecipanti un brindisi in piazza Teatro Dolfin. In occasione della Festa della Musica il locale allestirà un aperitivo musicale dalle ore 18.30. Infine, dalle 19.45 alle 22.45 l’appuntamento è con Un mare di note presso l’Isola della Pescheria dove si esibiranno tre band: East Sunset, The Cliff e Sunico. La festa si concluderà con due importanti appuntamenti: alle 21.15 Giovani Note, presso il Teatro comunale Mario del Monaco con un concerto dei Giovani Musicisti Veneti diretto da Francesco Pavan. Alle 20 Musica, Stelle e Leonardo presso il giardino di Musikrooms, Viale L. Pasteur 38 cui seguirà una cena al lume di candela e degustazione di sigari (info: centroculturale@musikrooms.com, Unico evento a pagamento con contributo cena 25 euro).

LE INIZIATIVE DELL'ULSS 2

La Festa della Musica approda anche all'ospedale di Treviso. L’Ulss 2 ha aderito, infatti, all'evento organizzato, il 21 giugno in tutta Italia, dal Ministero per i beni e le attività culturali, programmando un’esibizione che si terrà, venerdì alle ore 19, nella sala d’attesa di Oncologia. La pianista giapponese Chinami Matsushima eseguirà una "Partita" di Johan Sebastian Bach per pianoforte solo. Successivamente, assieme al M° Giorgio Pavan al violino, proporrà musiche di Brahms, Piazzolla e Schubert. «La partecipazione alla Festa della musica rappresenta, per noi, il “coronamento” di un anno in cui abbiamo portato per la prima volta, con ottimi riscontri, una rassegna musicale in oncologia. Abbiamo accolto con grande entusiasmo la proposta del Mibec di partecipare alla grande kermesse nazionale in programma il 21 giugno, che vedrà eventi musicali in città e luoghi diversi – sottolinea il direttore generale dell’Ulss 2, Francesco Benazzi – Come Azienda Sanitaria crediamo molto, e la rassegna organizzata quest’anno in oncologia lo testimonia, all'umanizzazione e al ruolo che la musica può svolgere in quest’ambito. La musica cura lo spirito, il cuore e la mente; supporta il paziente nei suoi percorsi diagnostico-terapeutici. La musica allevia e solleva, apre parentesi nella malattia, spezza la routine ospedaliera». Il tema dell’edizione 2019 della Festa della Musica è “Musica fuori centro”, ossia diffusa, in modo capillare, in tutto il Paese. E fuori dal centro, per l’esattezza in 630 città italiane si terranno oltre 10 mila eventi, programmati in diversi luoghi pubblici: nei musei, nelle biblioteche, negli ospedali, nei parchi, nei giardini, nelle piazze, nelle case circondariali, negli archivi, nelle strade, nei palazzi storici, negli aeroporti, nei licei musicali e nei conservatori, così come negli istituti italiani di cultura all'estero. Oltre 45mila gli artisti, che si esibiranno in ogni genere di musica. 

Potrebbe interessarti

  • Pioggia, vento e grandine: la Marca ancora nella morsa del maltempo

  • Lutto tra le colline del prosecco, addio a Fabio Ceschin

  • Male incurabile, giovane mamma perde la vita a soli 44 anni

  • Sorgenti del Piave, la commissione di esperti conferma: «Sono in Veneto»

I più letti della settimana

  • Tragico frontale a Borgoricco, morto un prete di 82 anni

  • Centauro 21enne si schianta contro un'auto: è grave all'ospedale

  • Si schianta con la moto contro un'auto, muore un 40enne

  • Segrega in casa e picchia la moglie e la figlia di 14 anni: arrestato 50enne padre-padrone

  • Tamponamento a catena in A4: un morto, traffico in autostrada nel caos

  • Auto fuori strada in Feltrina: due persone incastrate tra le lamiere, ferita una bimba

Torna su
TrevisoToday è in caricamento