Marina Senesi ed Enrico Galliano protagonisti di Novembre Rosa

I Comuni di Carbonera, San Biagio di Callalta e Silea propongono un programma comune di iniziative dedicate al tema contrasto della violenza alle donne

Marina Senesi

Si aprirà venerdì 15 novembre con il reading teatrale Doppio Taglio con Marina Senesi, già voce di «Caterpillar», autrice e attrice di teatro civile, dopo aver portato in scena La Vacanza sul caso Ilaria Alpi, il calendario di “Novembre Rosa 2019” proposto dai Comuni di Carbonera, San Biagio di Callalta e Silea nell’ambito del progetto Pari opportunità in rete. Sarà proprio quest’ultimo ad ospitare il primo appuntamento nell’auditorium parrocchiale, con inizio alle ore 20.30. Marina Senesi affronta il tema della violenza contro le donne con uno sguardo trasversale. Non il racconto della vittima, né quello di un testimone, tanto meno del carnefice, ma il disvelo di alcuni meccanismi che agiscono sotto traccia, attraverso i quali il racconto dei media può plasmare la nostra percezione del fatto, trasformando anche la più sincera condanna in un’arma, appunto, a doppio taglio.

Due gli appuntamenti proposti dal Comune di Carbonera. Sabato 16 novembre alle ore 11, nella sede del Municipio, si inaugura la mostra Le disobbedienti a cura del Gruppo Pittura di Carbonera. Una libera interpretazione artistica tratta dal libro Le disobbedienti di Elisabetta Rasy, ovvero il ritratto e lo studio di sei donne che, con le loro vite, le loro emozioni e la loro determinazione hanno cambiato l’arte e la società. Lunedì 25 novembre ore 20.30 nella Sala Aldo Moro, Piazza Fabbris, è in programma Pensavo fosse amore invece...è violenza! un incontro pubblico per capire come riconoscere la violenza prima che sia tardi, come aiutare e farsi aiutare. La riflessione coinvolge Claudia Ceccarello psicologa, esperta di politiche di pari opportunità e di contrasto della violenza di genere, e Catia Morellato dirigente di I livello del Pronto Soccorso di Montebelluna Ulss 2, componente del Tavolo di coordinamento regionale per la prevenzione ed il contrasto alla violenza contro le donne, vincitrice del Premio Donna Medico dell'Ordine dei Medici di Treviso nel 2015.

Il programma si conclude mercoledì 27 novembre ore 20.45 a San Biagio di Callalta, nella Sala Consiliare con la presentazione del progetto Da uomo a uomo. Contro la violenza sulle donne e per le pari opportunità: 8 totem con 48 volti di uomini del territorio, scesi in campo contro la violenza alle donne. Parteciperanno all’incontro Enrico Galiano insegnante e scrittore, esperto del mondo giovanile e promotore di un’educazione contro la violenza di genere in un’ottica di pari opportunità, e Pablo Perissinotto, cantautore e cantastorie, poeta degli ultimi, autore dell’album In prima persona, sul tema della violenza di genere, e con Luciana Cremonese, presidente della cooperativa sociale Sol.co. Tutte le attività sono gratuite.

«Crediamo fortemente nel portare avanti un’azione coordinata per sostenere una cultura di contrasto alla violenza di genere e di sostegno a situazioni di difficoltà - affermano Consigliera delegata alle Pari Opportunità di Carbonera Sabrina Tempesta, gli assessori alle Pari Opportunità rispettivamente di San Biagio di Callalta Martina Cancian e di Silea e Angela Trevisin - per prevenire il disagio legato al tema della violenza e promuovere il benessere relazionale della famiglia».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutte le attività sono gratuite.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale nella notte, muore allenatore del Ponzano amatori

  • Adriano Panatta sposa a 70 anni l'avvocato trevigiano Anna Bonamigo

  • Elezioni in Veneto: guida al voto per Referendum, Regionali e Amministrative

  • Omicidio di Willy, l'autore del post razzista è uno studente trevigiano

  • Un caso di Covid-19 all'asilo, in quarantena tre classi e una maestra

  • Truccavano gli esami di guida, autoscuola trevigiana nella bufera

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento