Attualità Vedelago

Trasporto scolastico a Vedelago: non ci sarà più la "corsa singola"

Per consentire la sostenibilità del servizio l’Amministrazione è stata costretta a rivedere i prezzi: nello specifico, è prevista una tariffa unica di 240 euro e una riduzione per il terzo figlio del 50%

A pochi giorni dalla ripartenza dell’anno scolastico, si è conclusa la nuova gara per il trasporto scolastico che è stato affidato alla ditta Martignago di Vedelago. Una conferma che “premia” anche l’efficienza con cui anche negli anni precedenti è stato svolto il servizio e che prevede una durata di due anni, con possibilità di rinnovo e proroga per un ulteriore biennio e che l’azienda ha ottenuto con un’offerta di circa 300mila euro. Servizio che, per l’anno scolastico in partenza, presenta alcune novità.

In primo luogo, per consentire la sostenibilità del servizio, l’amministrazione è stata costretta a rivedere le tariffe e ad eliminare la corsa unica che permetteva alle famiglie di scegliere anche la singola corsa (solo andata o solo ritorno) così da mantenere un servizio considerato strategico, a servizio delle famiglie e allo stesso tempo ecologico. Tra le novità anche l’introduzione della tariffazione unica che agevola sia chi ha figli che frequentano la primaria che le famiglie numerose, anche con figli frequentanti istituti con grado scolastico differenti. Nello specifico, è prevista una tariffa unica di 240 euro (da versare in un’unica soluzione o in tre rate) con una riduzione per il secondo figlio del 20% (abbonamento annuo di 190 euro) e una riduzione per il terzo figlio del 50% (abbonamento annuo 120 euro). Gratuito invece l’abbonamento per l’eventuale quarto figlio.

Alcuni dati: annualmente vengono percorsi circa 110mila km attraverso le 11 linee attive nel territorio a servizio dei sei plessi scolastici (cinque primarie e la secondaria di primo grado) con una spesa media al km di 2.73 euro. Rapportando i costi dell’abbonamento ai giorni di scuola il costo medio giornaliero è di 1.19 euro per chi ha un figlio, di 0.94 euro per il secondo figlio e di 0.59 euro per il terzo.

Spiega l’assessore ai trasporti, Roberto Nicoletti: “La scelta dell’amministrazione è stata quella di operare un ritocco in rialzo per le tariffe individuali, a favore però di una campagna scontistica rivolta alle famiglie più numerose e che, inevitabilmente, sono chiamate a fare i conti con maggiori esborsi in generale per mandare i propri figli a scuola. L’aumento è solo per chi ha un solo figlio in età scolare, mentre gli sconti dal secondo figlio in poi, valgono indipendentemente dal grado scolastico, primaria o secondaria di primo grado. Siamo soddisfatti che il servizio sia stato aggiudicato ad una ditta locale con cui da anni collaboriamo e che sempre si è distinta per precisione e puntualità. Ora, in fase di iscrizione al servzio, stiamo raccogliendo tutte le richieste e le esigenze dei genitori alle quali cercheremo di dare risposta favorevole compatibilmente con le possibilità organizzative”.

Conclude il sindaco, Cristina Andretta: “Per il secondo anno l’intero territorio comunale è coperto dal servizio di trasporto scolastico, sia per gli alunni delle scuole primarie, con fermate puntuali casa per casa, sia per quelli della secondaria di primo grado, con punti di raccolta nelle frazioni. Dallo scorso ottobre, infatti, oltre che per l’area nord e centrale, è partito anche il servizio per l’area sud, a servizio delle famiglie di Albaredo e Cavasagra con figli che frequentano il nuovo plesso scolastico. Mai, prima di allora, la zona meridionale era stata interessata da questo servizio. Ricordo che per questo servizio il Comune garantisce un sostegno sostanzioso in termini economici, pari a circa il 70% della tariffa”. Le iscrizioni sono aperte fino al 4 settembre. Il modulo può essere scaricato dal sito internet istituzionale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporto scolastico a Vedelago: non ci sarà più la "corsa singola"

TrevisoToday è in caricamento