menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Governatore Luca Zaia durante

Il Governatore Luca Zaia durante

Nuova ordinanza di Zaia: «Ripartono i servizi per i bimbi da 0 a 3 anni»

Da lunedì 8 giugno sarà in vigore la nuova ordinanza regionale annunciata oggi, giovedì 4 giugno, dal Governatore del Veneto. Riaperte anche le piscine condominiali

Nuova ordinanza regionale dedicata soprattutto ai servizi per l'infanzia da 0 a 3 anni. A presentarla nella giornata di oggi, giovedì 4 giugno, è stato il Governatore del Veneto, Luca Zaia.

«Da lunedì 8 giugno potranno svolgersi in Veneto i servizi per i bambini da 0 a 3 anni nel rispetto delle disposizioni dell'ordinanza firmata lo scorso 29 maggio. Le linee guida sono state adottate da tutte le regioni ma il Governo non ce le ha ancora validate. Noi non possiamo attendere oltre. Le linee guida che adotteremo in Veneto per il servizio 0-3 sono state validate dal Dipartimento di prevenzione regionale. Questa ordinanza non è una prova muscolare, abbiamo atteso fino all'ultimo una risposta da Roma ma adesso dobbiamo aprire questi servizi. Spero arrivi comunque una validazione dal Comitato tecnico scientifico. La riapertura dei centri estivi 0-3 porterà alla riapertura anche dei servizi di ristorazione». Altra novità contenuta nell'ordinanza di oggi, riguarda gli informatori scientifici, coloro che portano le novità sugli ultimi farmaci ai medici ospedalieri. Fino ad oggi non potevano entrare negli ospedali. Dal lunedì 8 giugno invece potranno avere accesso ai presidi ospedalieri visto il loro valore informativo. Consentita anche la riapertura delle sale giochi per bambini e adolescenti, così come l'utilizzo delle piscine condominiali degli edifici con almeno 9 unità abitative. Sostanzialmente c'è stato un problema che fino ad oggi ha riguardato soprattutto i residence turistici che non potevano fino ad oggi usufruire della piscina. La nuova ordinanza resterà in vigore fino a domenica 27 giugno. 

«La potenza del contagio non è più quella di due mesi in fa. In Veneto anche oggi abbiamo solo 4 contagi su oltre 12mila tamponi fatti. E' la conferma che la mascherina serve in caso di assembramenti. I bollettini sanitari sono più sereni, gli ospedali della regione stanno tornando a pieno regime. Spero si continuino a rispettare le norme - ha aggiunto Zaia annunciando il bollettino giornaliero sull'emergenza Coronavirus - Sono 97 le persone positive al Covid-19 ricoverate ancora in ospedale, 21 in terapia intensiva (di cui solo 2 in terapia intensiva). Meno di 100 veneti quindi hanno ad oggi il Coronavirus e sono ricoverate negli ospedali. Aumentano invece i decessi, saliti a 1934, +13 rispetto a mercoledì, di cui 1385 i morti in ospedale. 97 i nuovi nati». Rispondendo ai giornalisti, Zaia ha parlato anche dei trasporti pubblici e di autonomia: «Dopo tutto quello che è successo con il Coronavirus, penso che il Veneto si meriti l'autonomia. Il problema è che da Roma vedono il Veneto autonomo come una sottrazione di potere, ma per noi è un'assunzione di responsabilità. Noi abbiamo sempre continuato a lavorare per l'autonomia in questi giorni. Il Governo, finita l'emergenza Coronavirus, dovrà dare una risposta al nostro dossier». Sempre da lunedì 8 giugno potranno riaprire anche le scuole di danza, ha annunciato il Governatore. 

Il video del punto stampa del 4 giugno
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, l'imprenditore Amir Vettorello muore a 46 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento