L'alberghiero resta a Montebelluna: la nuova sede in via Biagi

Importante accordo trovato nelle scorse ore. Evitato il trasferimento a Castelfranco, le nuove aule del Maffioli saranno accorpate alla sede dell'istituto Scarpa

Studenti del Maffioli al lavoro

Giovedì mattina, 29 marzo, si è tenuto presso la sede del Sant’Artemio a Treviso tra il consigliere delegato all'edilizia scolastica Alessandro Righi, i tecnici della Provincia di Treviso, il sindaco di Montebelluna, Marzio Favero, la dirigente dell'Ufficio Scolastico provinciale Barbara Sardella, i dirigenti: del liceo Levi, Ezio Toffano, dell’alberghiero Maffioli, Alessandra Fusaro e dell’Einaudi Scarpa, Gianni Maddalon, un lungo confronto durato tre ore dopo il quale è emersa un’ipotesi di soluzione per conservare l’alberghiero a Montebelluna riportando le due prime dislocate in prima istanza a Castelfranco Veneto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si tratta di una soluzione che richiede ai tre istituti, ma anche al Comune di Montebelluna, un sacrificio. Tuttavia sono dei sacrifici che si sostengono volentieri considerato che sono state reperite le risorse per realizzare in via Biagi la sede staccata dell’alberghiero a Montebelluna assieme alla nuova sede dell’Ipsia Scarpa. I dettagli dell’accordo, in questa fase, saranno sottoposti all’attenzione e all’approvazione della dirigente regionale alla Pubblica Istruzione, Augusta Celada. Quindi, con il concorso e la buona volontà di tutti gli attori in campo, si prefigura la possibilità di salvaguardare la recente collaborazione nata tra Montebelluna e Castelfranco Veneto e Provincia di Treviso, in termini di offerta formativa connessa al settore professionale e alberghiero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus nella Marca: ecco la mappa del contagio comune per comune

  • Famiglia Zoppas in lutto: morto a soli 55 anni il noto manager Marco Colognese

  • Coronavirus: ancora in aumento il numero dei contagi nella Marca

  • «Prima smaltite ferie e permessi». Negata la cassa integrazione al Solnidò di Villorba

  • Coronavirus, oltre 10mila contagi in Veneto: cinque morti nella Marca

  • Scopre agricoltore che sversa liquami nel fosso: viene preso a martellate

Torna su
TrevisoToday è in caricamento