rotate-mobile
Attualità Istrana

Dalle multe stradali i fondi per le nuove telecamere di videosorveglianza di Istrana

Le 12 telecamere consentiranno un maggior e costante controllo del territorio soprattutto al Parco “Eunice Mary Kennedy Shriver”, alla stazione ferroviaria, in piazzale Roma e all’incrocio semaforico in centro città

L’Amministrazione comunale ha recentemente dato avvio alla videosorveglianza comunale tramite l’installazione di telecamere sul territorio; la gestione delle telecamere è diretta dalla Polizia Locale e, a breve, si prevede di siglare una specifica convenzione che garantisca l’accesso e la consultazione delle immagini da parte del locale Comando Carabinieri. Il progetto nasce nell’ambito del Patto per la sicurezza urbana sottoscritto con la Prefettura di Treviso ed è stato realizzato anche grazie ai contributi ministeriali. Attualmente l’impianto si compone di 12 telecamere che consentiranno un maggior e costante controllo del territorio in specifiche aree quali il Parco “Eunice Mary Kennedy Shriver”, la stazione ferroviaria, P.le Roma e l’incrocio semaforico del centro cittadino.

Un importante risultato è stato quindi raggiunto in termini di sicurezza urbana ma già si pensa al futuro ampliamento dell’impianto; il Comandante della Polizia Locale, Vice Commissario Paolo Scarpa, si è infatti già attivato per coordinare la progettazione per l’acquisizione di ulteriori telecamere collegate all’impianto di videosorveglianza; trattasi di interventi finalizzati ad accrescere la sicurezza stradale attraverso il controllo della circolazione dei veicoli e degli altri utenti della strada. Lo stanziamento per l’ampliamento dell’impianto deriva da introiti delle sanzioni comminate da violazioni al Codice della Strada ed in tale contesto normativo, il ricorso alle tecnologie di videosorveglianza consente di coniugare le finalità proprie della sicurezza stradale con i caratteri di una moderna sicurezza urbana e territoriale finalizzata ad innalzare i livelli di benessere delle comunità locali, come accade, ad esempio, nel caso di telecamere del tipo OCR (Optical Character Recognition) collegate al Sistema centralizzato nazionale targhe e transiti che consentono d'individuare tempestivamente la circolazione dei veicoli non in regola con la normativa vigente.

Il Sindaco, Maria Grazia Gasparini: “Con l’avvio di questo importante progetto l’amministrazione comunale conferma l’impegno e la concreta e costante attenzione dedicata alla sicurezza urbana dei cittadini; il prossimo obiettivo è sicuramente il potenziamento della rete del sistema di videosorveglianza, con l’estensione del controllo delle principali vie di accesso al territorio comunale. Un ringraziamento particolare alla Polizia Locale e all’Ufficio Tecnico comunale per la collaborazione prestata per questo importante risultato”.

c988c34d-50ca-4553-82fe-0330ca62fdd6-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalle multe stradali i fondi per le nuove telecamere di videosorveglianza di Istrana

TrevisoToday è in caricamento