rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Attualità Altivole / Via Piave, 55

Tamponi, code e caos: l'Ulss 2 apre un nuovo Covid Point

Entro 7 giorni aprirà un nuovo punto tamponi nella zona di Castelfranco, due nuove linee per l'ex Dogana. Ricoveri in aumento, il reparto di Ortopedia donne al Ca' Foncello sarà accorpato

Ancora code e caos ai punti tampone della provincia di Treviso: all'ex Velo di Altivole e in zona Dogana le situazioni più critiche con code che hanno mandato in tilt la viabilità per diverse ore.

Per la mattinata di domani, mercoledì 1º dicembre, è stato convocato un vertice in Prefettura proprio per cercare di risolvere la questione traffico e code nei prossi dei Covid point. Alla riunione sarà presente anche il direttore dell'Ulss 2, Franceco Benazzi, che spiega: «Entro sette giorni apriremo un nuovo punto tamponi nella zona della Castellana per alleggerire le code al Covid point di Altivole mentre da domani all'ex Dogana di Treviso saranno aggiunte due nuove linee per effettuare i tamponi e snellire le code. Sono in contatto costante con il presidente della Provincia, Stefano Marcon, per individuare al più presto il luogo per il nuovo punto tamponi che sarà tra Altivole e Castelfranco. Il nuovo centro vaccini annunciato ieri verrà invece aperto nell'area tra Conegliano e Vittorio Veneto - aggiunge Benazzi - Negli ultimi sei giorni abbiamo fatto 33.260 tamponi a livello provinciale (una media di 5.543 al giorno) di cui 21.661 test molecolari».

In aumento, però, non sono soltanto i nuovi positivi ma anche i ricoveri ospedalieri: «Dopo la chiusura del reparto di Day Surgery - continua Benazzi - nelle prossime ore saremo costretti ad accorpare il reparto di "Ortopedia donne" a Treviso per creare 28 nuovi posti letto Covid. Ad oggi abbiamo 6 pazienti in terapia intensiva a Treviso, 4 a Vittorio Veneto e uno a Montebelluna ma a preoccupare sono i ricoveri in Medicina: 75 a Vittorio Veneto, 30 a Treviso e 7 a Montebelluna. Il nuovo paziente entrato in terapia intensiva è un 74enne non vaccinato. Attivato l'ospedale di comunità a Pederobba per i pazienti in fase di guarigione». Tre i decessi registrati nel bollettino di oggi: si tratta di persone di età compresa tra i 72 e i 95 anni con patologie pregresse. Due si erano vaccinati a maggio mentre uno non era vaccinato. In aumento anche l'incidenza provinciale, salita a 333 casi su 100mila abitanti (+29 rispetto a ieri). Pieve di Soligo (379) ed Asolo (311) i distretti più colpiti. Un positivo su tre ha meno di 19 anni, 98 le classi in quarantena, 273 quelle in monitoraggio. Nessun caso di variante Omicron nella Marca, 5.314 i vaccini somministrati nelle ultime 24 ore.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tamponi, code e caos: l'Ulss 2 apre un nuovo Covid Point

TrevisoToday è in caricamento