menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
In foto il sindaco Moreno Rossetto

In foto il sindaco Moreno Rossetto

Breda di Piave: adottato il nuovo PAT a valenza paesaggistica

E' stato approvato giovedì sera dal consiglio comunale. Da oggi scattano i 30+30 giorni per portare osservazioni al progetto. Soddisfatto il sindaco: «Migliora la qualità della vita»

Il Consiglio Comunale di Breda di Piave, nella seduta di ieri sera, ha approvato l’adozione del nuovo PAT, l Piano di Assetto Territoriale, il documento che definisce la programmazione urbanista del Comune di Breda di Piave per il futuro e detta le linee guida sulla pianificazione paesaggista, ambientale, abitativa e produttiva del territorio.

Ora scattano i 30+30 giorni nei quali tutti possono presentare osservazioni o fornire ulteriori elementi conoscitivi: 30 giorni per quanto concerne la parte urbanistica, 60 invece per quanto concerne quella ambientale/valutativa. Il documento adottato è consultabile sul sito del Comune di Breda, sul sito della Provincia di Treviso, oltre che nelle bachehe comunali e in biblioteca. Il piano, di durata decennale, ha recepito tutte le istanze regionali e provinciali ed è stato fortemente caratterizzato sull’area bredese. Sono 4 le linee guida sulle quali si è lavorato, a partire dall’idea dello sviluppo a “consumo di suolo pari a zero”: Ri-qualificare, Ri-vitalizzare, Ri-generare, Ri-utilizzare. Pianificare “qualità del vivere” e “qualità del costruito” significa rendere Breda sempre di più un ambiente dove vivere sereni e dove abitazioni, attività produttive e paesaggio convivono in modo armonioso e rispettoso dell’ambiente. Tanti sono gli obiettivi del piano. Si va dalla tutela dell’assetto idrogeologico, con gli interventi di messa in sicurezza e la promozione turistica delle vie fluviali, alla riduzione del consumo di suolo, la salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio agricolo e la tutela della biodiversità. Nel PAT si guarda al sistema insediativo, con obiettivi come il recupero e la riqualificazione energetica dell’esistente, l’incentivazione del social housing per l’accessibilità residenziale, l’incremento di spazi aggregativi per giovani e anziani oltre che per lo sport, la maggior qualificazione delle attività produttive e la promozione dell’agriturismo. Nel piano si fa esplicitamente riferimento alla tutela e alla valorizzazione del patrimonio storico, architettonico, culturale e archeologico da censire e inserire in circuiti turistici di ampia scala e allo stesso tempo la tutela delle tradizioni e dell’identità locale. Una grande parte del piano è poi dedicata alla viabilità dolce, con la messa in sicurezza dei percorsi di accesso ai servizi pubblici, l’integrazione dei percorsi ciclo-pedonali con la rete provinciale e regionale, la predisposizione di aree per il turismo ciclopedonale e la promozione dei collegamenti tra capoluogo e frazioni con modalità di spostamento sostenibili (bicicletta, viabilità minore, mobilità a piedi ecc.). «Siamo dunque soddisfatti di aver adottato il nuovo PAT – commenta il sindaco di Breda di Piave, Moreno Rossetto – in questo modo, daremo via alla programmazione urbanista del territorio che concretizzeremo con il piano degli interventi, nel rispetto dell’ambiente e del paesaggio, per aumentare ancor di più la qualità della vita dei cittadini bredesi».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Coniglietto intrappolato nel camino: salvato dai pompieri

  • Eventi

    La lotta alla Mafia di Falcone e Borsellino raccontata da Pietro Grasso

  • Attualità

    Premio “Giuseppe Mazzotti” Juniores: prorogata la scadenza del bando

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento