menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La scena dell'incidente

La scena dell'incidente

Investito da un camion, oculista muore dopo otto anni e mezzo di coma

Roberto Casari Bariani nell'aprile del 2012 era stato centrato da un tir all'incrocio tra Strada Ovest e Via San Pelaio. E' mancato in questi giorni a 69 anni. Lascia moglie e tre figli

Il 12 aprile del 2012 Roberto Casari Bariani, medico oculista dell'Ulss 2 era stato investito da un tir mentre si trovava in sella alla sua bicicletta. Alla guida del camion c'era un camionista romeno residente in Italia che, all'incrocio tra Strada Ovest e Via San Pelaio a Treviso, aveva centrato in pieno il ciclista senza accorgersene, trascinandolo per venti metri prima di essere fermato dagli automobilisti che avevano assistito alla scena.

Come riportato da "La Tribuna di Treviso", dopo otto anni e mezzo da quel tragico incidente, Roberto Casari Bariani è mancato all'affetto dei suoi cari. Il coma irreversibile in cui era finito dopo lo schianto con il tir si è aggravato in questi giorni portandolo al decesso. Aveva 69 anni. Dal 2014 era seguito dal personale della casa di riposo Menegazzi nel quartiere di San Giuseppe a Treviso. Professionista conosciuto e stimato lavorava come oculista a Borgo Cavalli. La sua grande passione era lo sport: prima il ping pong e poi il ciclismo. Con la sua bici amava pedalare verso il Montello e sui colli trevigiani. Il 12 aprile 2012 era uscito proprio per una pedalata in sella alla sua bici quando il tir lo ha travolto. Le sue condizioni erano apparse da subito disperate. Ricoverato in coma fin da subito, il dottor Roberto non si è più risvegliato da quel giorno. La data dei funerali verrà fissata nelle prossime ore. A piangerlo oggi ci sono la moglie Anna e i tre figli: Enrico, Alessandro ed Eleonora.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento